Novak Djokovic: “La sconfitta mi farà crescere come persona e tennista”



by   |  LETTURE 4670

Novak Djokovic: “La sconfitta mi farà crescere come persona e tennista”

È stato ovviamente il punto di riferimento per la Serbia durante tutta la competizione, rispondendo 'presente' in ogni momento e conducendo la sua nazione fino alle semifinali dell'edizione 2021 di Coppa Davis.

Novak Djokovic ha ufficialmente chiuso l'esperienza nella competizione a squadre, senza però arrivare all'atto conclusivo della manifestazione di Madrid, nel quale poteva (forse) nuovamente incrociare Daniil Medvedev, il tennista che più ha tenuto testa allo strapotere dell serbo nell'intera stagione.

Dover fare ogni volta gli straordinari, stavolta, non ha pagato nel confronto con la Croazia, che si è aggiudicata il pass per la finale grazie al decisivo doppio della coppia migliore al mondo formata da Mate Pavic e Nikola Mektic.

La Serbia dovrà cercare di abbinare a Nole un altro singolarista di spessore (anche un giocatore specializzato in doppio non sarebbe male) per competere ai massimi livelli e pensare alla vittoria dell'evento: seppur con difficoltà, si è spinta quest'anno fino alle semifinali e il grande merito va naturalmente attribuito al numero uno del ranking Atp.

Le sue parole

In conferenza stampa, il nativo di Belgrado ha commentato l’uscita di scena in semifinale: “La stagione è finita. Non mi pento di nessuna cosa fatta quest'anno, do sempre il massimo quando gareggio.

Giocare per il mio paese ha un significato speciale e purtroppo non siamo riusciti ad andare avanti. Questo è lo sport. Quello che faccio sempre è trarre insegnamenti da tutte le sconfitte: per quanto questo mi faccia male, battute d'arresto di questo calibro sono ciò che serve a rafforzarsi e crescere, come persona e come tennista” ha dichiarato.

Cosa la Serbia dovrà migliorare per le prossime edizioni della competizione: “Dobbiamo migliorare il nostro doppio. Se non riusciamo ad avere un partner consolidato che compete continuamente durante tutto l'anno, sarà molto difficile per noi avere successo.

Sapevamo di non essere i favoriti perché loro sono la coppia migliore del mondo, sapevano in ogni momento cosa avremmo fatto e hanno preso le decisioni giuste”.