Gonzalez: "Novak Djokovic ti dà la sensazione di non sbagliare mai una palla"



by   |  LETTURE 1821

Gonzalez: "Novak Djokovic ti dà la sensazione di non sbagliare mai una palla"

I Big 3 condividono attualmente il record di 20 titoli del Grande Slam, un bottino che la dice lunga sul loro dominio nell’ultimo decennio e mezzo. Novak Djokovic è sicuramente il giocatore che ha più chance di incrementare la propria bacheca, visti anche i risultati da lui ottenuti nel 2021.

Basti pensare che il numero 1 del mondo si è aggiudicato tre Major quest’anno, oltre ad aver sfiorato il leggendario ‘Calendar Grand Slam’. In caso di trionfo agli US Open, il fenomeno serbo avrebbe staccato Roger Federer e Rafael Nadal nella classifica all-time issandosi a quota 21 Slam.

Il 34enne di Belgrado si è dovuto arrendere a Daniil Medvedev in finale, ma proverà a scrivere nuove pagine di storia nel 2022. Molto diversa la situazione di Roger e Rafa: lo svizzero non vince un Major dagli Australian Open 2018, mentre lo spagnolo ha conquistato il suo ultimo Slam al Roland Garros 2020.

In una lunga intervista esclusiva al portale ‘Tennis365’, Fernando Gonzalez ha espresso il suo giudizio sui tre mostri sacri.

Gonzalez rende omaggio ai Big 3

“Fino a un decennio e mezzo fa, l’idea che un giocatore potesse arrivare a vincere 10 Slam era fuori dal mondo.

In quest’epoca, abbiamo avuto tre ragazzi che sono stati in grado di conquistarne 20 a testa. Stiamo parlando di un qualcosa di irreale” – ha detto l’ex numero 5 ATP. Il cileno ha affrontato anche la questione relativa al GOAT: “Sul piano strettamente numerico, Novak Djokovic si sta avviando a battere tutti i record e chiuderà probabilmente la carriera con il maggior numero di Slam.

Ciò non vuol dire però che sia automaticamente il più grande di sempre. La componente soggettiva è molto rilevante in una discussione come questa. Per il modo di giocare, io preferisco senza dubbio Roger Federer.

Djokovic ti dà la sensazione di non sbagliare mai una palla, mentre Rafael Nadal è un vero gladiatore in campo. Non esisterà mai un verdetto definitivo sul GOAT. L’unica cosa che possiamo fare è goderceli fino a quando saranno in attività”.