Srdjan Djokovic mette in forte dubbio la presenza di Novak agli Australian Open



by   |  LETTURE 2354

Srdjan Djokovic mette in forte dubbio la presenza di Novak agli Australian Open

Sono ormai settimane che si discute riguardo la scelta del numero uno Novak Djokovic e la sua partecipazione agli Australian Open. In Australia è obbligatorio il vaccino ed il campione serbo, in passato apparso contrario a questa possibilità, non ha ancora confermato o meno se ha effettuato o no il vaccino per il Coronavirus.

Da tempo si discute riguardo la scelta di Nole ma non c'era stata alcuna presa di posizione. Nelle ultime ore il padre di Novak, Srdjan Djokovic, ha rilasciato importanti dichiarazioni riguardo suo figlio Nole ed ha attaccato duramente gli organizzatori degli Australian Open.

Srdjan non lo dice apertamente, ma le sue parole sembrano una prima ammissione riguardo una clamorosa assenza del figlio a Melbourne, a sto punto sempre più in discussione.

Le parole di Srdjan Djokovic sul vaccino

Intervenuto alla televisione serba B92 il padre del numero uno al mondo ha parlato apertamente: "Se siamo vaccinati o meno corrisponde al diritto personale di ogni individuo.

Nessuno ha il diritto di conoscere quella privacy che è garantita dalla Costituzione. Inoltre gli organizzatori degli Australian Open hanno parlato apertamente di mio figlio per questa cosa e credo sia assurdo. Lui ovviamente vuole giocare perché è un'atleta, ma nessuno di noi ci sta a queste condizioni ed anzi a questi ricatti.

Nemmeno io al posto suo lo farei e Nole che è mio figlio lo sa bene" Inoltre Srdjan parla di un argomento che potrebbe riprendere valore nelle prossime settimane: "Sento parlare di autenticità dei vaccini, ma alla fine quali sono i vaccini riconosciuti? Loro accettano i vaccini russi e cinesi? In Serbia solo quelli fanno mentre in Occidente si usano vaccini diversi.

A questo punto bisogna chiarire anche questo aspetto, il signor Craig Tiley ci deve spiegare tutto" Manca ancora un po' di tempo alla scelta ufficiale, Djokovic è impegnato con la Davis ma sono tutti in attesa di conoscere la decisione di Novak e tutti vorrebbero capire se il prossimo anno gli Australian Open avranno a disposizione il campione in carica e nove volte vincitore di questo torneo.