Dennis Novak sulla possibile sfida con Djokovic: "Sarebbe incredibile"



by   |  LETTURE 1349

Dennis Novak sulla possibile sfida con Djokovic: "Sarebbe incredibile"

Dopo aver vinto il Masters 1000 di Parigi-Bercy e raggiunto le semifinali alle ATP Finals di Torino, Novak Djokovic non vede l’ora di rappresentare il suo Paese in Coppa Davis. Il campione serbo, che ha chiuso l’anno in vetta al ranking ATP per la settima volta in carriera, farà squadra con Filip Krajinovic, Dusan Lajovic, Laslo Djere e Miomir Kecmanovic.

La Serbia affronterà nel Gruppo F Austria e Germania; entrambe non potranno contare sul proprio numero uno, perché non prenderanno parte al torneo Dominic Thiem e Alexander Zverev. Ad affrontare Djokovic in singolare dovrebbero essere quindi Dennis Novak e Jan-Lennard Struff.

L’austriaco avrà la possibilità di sfidare il 20 volte campione Slam per la prima volta in carriera.

Dennis Novak: "Sarebbe bello affrontare Djokovic in Austria"

“Sarebbe incredibile giocare in Austria contro il migliore tennista del mondo.

Sarebbe una fantastica esperienza per me. Vedremo se giocherò contro di lui. Nel caso, proverò a giocare la migliore partita della mia vita. Lui è il numero uno al mondo e il favorito in ogni partita che disputa, ma cercherò di godermi il match e di fare il massimo.

Significa molto per noi fare bene nella Fase Finale del torneo, sopratutto considerando che non avremo a disposizione il nostro miglior giocatore( Thiem, ndr) . Siamo comunque stati in grado di raggiungere ottimi risultati anche senza di lui in passato.

La vittoria più emozionante è stata quella di Mosca, quando abbiamo battuto la Russia di Andrey Rublev, Karen Khachanov e Daniil Medvedev. Non avevamo nessun giocatore in top ten in quel momento. Tutto è possibile in Coppa Davis e noi siamo pronti.

Ho un buon record nelle partite giocate in casa in Davis. Mi piace molto questa competizione e amo giocare in Austria. Anche a Vienna e Kitzbuhel ho giocato ottime partite di fronte al pubblico di casa. Sfortunatamente, a causa delle restrizioni per il Covid, il pubblico non potrà esserci.

Sarà comunque una settimana esaltante e non vediamo l’ora di scendere in campo. Stiamo aspettando da tempo questo torneo( nel 2020 non si è disputato, ndr) e sarà speciale per noi giocare in Austria” .