Woodbridge sprona Novak Djokovic a decidere sugli Australian Open 2022



by   |  LETTURE 2071

Woodbridge sprona Novak Djokovic a decidere sugli Australian Open 2022

A margine delle ATP Finals 2021, è stato nuovamente domandato a Novak Djokovic se giocherà o meno gli Australian Open 2022. La settimana scorsa, è divenuto ufficiale che bisognerà essere vaccinati per poter partecipare al primo Slam stagionale.

Il numero 1 del mondo è sempre stato molto evasivo su tale questione e non ha voluto rivelare il suo stato di vaccinazione. Un eventuale forfait del serbo sarebbe un colpo durissimo per l’Happy Slam, visto che Nole si è aggiudicato le ultime tre edizioni.

La Rod Laver Arena è senza dubbio il campo preferito del 34enne di Belgrado, capace di esprimere un tennis ancor più stellare del solito a Melbourne Park. In caso di trionfo, Djokovic supererebbe inoltre gli eterni rivali Roger Federer e Rafael Nadal issandosi a quota 21 Major.

Lo spagnolo dovrebbe essere presente agli AO, mentre lo svizzero non tornerà in campo prima dell’estate 2022 (anche la sua partecipazione a Wimbledon è in forte dubbio). Ai microfoni di ‘WWOS Radio’, la leggenda australiana Todd Woodbridge ha espresso il suo punto di vista sull’argomento.

Woodbridge prova a convincere Djokovic

“Novak Djokovic e il suo team erano perfettamente consapevoli che il vaccino sarebbe stato obbligatorio per poter disputare gli Australian Open. Se ne parlava da mesi, non è stato un fulmine a ciel sereno” – ha dichiarato Woodbridge.

“La entry list degli Australian Open chiude sei settimane prima del torneo, quindi la deadline è intorno al 6 dicembre. Nole sta facendo di tutto per essere incoronato come il più grande di sempre. A tal fine, ritengo che non dovrebbe saltare gli Australian Open il prossimo gennaio.

Melbourne è il torneo in cui ha avuto maggiore successo, sarebbe un peccato rinunciare a causa del vaccino” – ha aggiunto. Il belgradese dovrebbe imbarcarsi su un volo charter nel periodo compreso fra il 27 dicembre e il 3 gennaio.

Il direttore del torneo Craig Tiley ha dato un ultimatum a Novak: “I giocatori devono rispettare alcune regole se vogliono disputare gli Australian Open. Ci tengo ad avvisare che il tempo stringe. La finestra per chi necessita della doppia dose si sta davvero chiudendo”.