Australian Open, Tiley: "Ci aspettiamo che Djokovic partecipi"



by   |  LETTURE 2160

Australian Open, Tiley: "Ci aspettiamo che Djokovic partecipi"

Adesso è ufficiale: tutti i giocatori e le giocatrici che parteciperanno agli Australian Open dovranno essere vaccinati. Il primo Slam dell’anno si disputerà dal 17 al 30 gennaio e potrebbe regalare grandi sorprese.

Sono tanti i punti interrogativi legati alla presenza di Novak Djokovic. Il campione serbo ha deciso di non rivelare i suoi dati medici e, quindi, bisognerà attendere ancora qualche settimana per capire se potrà o meno scendere in campo a Melbourne.

Djokovic ha vinto gli Australian Open nove volte in carriera, nessuno ha fatto meglio di lui, e sarebbe davvero clamoroso se decidesse di non difendere il titolo conquistato lo scorso anno. Al termine della semifinale persa contro Alexander Zverev alle ATP Finals di Torino, Djokovic ha così risposto alle domande sulla prossima edizione degli Australian Open.

“Non lo so. Aspettiamo e vediamo. Non ho ancora parlato con gli organizzatori quindi non ho ancora preso una decisione. Ripeto: aspettiamo e vediamo” .

Tiley: "Australian Open? Ci aspettiamo che Djokovic partecipi"

Craig Tiley, CEO di Tennis Australia, ha parlato proprio del belgradese al programma “The Today Show” .

“Ci aspettiamo che Novak partecipi. Ovviamente ci sono state tante speculazioni sul tema vaccinale, ma abbiamo conferma del fatto che quasi tutti i giocatori e le giocatrici l’hanno ricevuto. Novak ha sempre detto che per lui si tratta di una questione privata, ma è un torneo in cui ha sempre avuto grande successo e che gli ha permesso di iniziare alla grande la stagione, quindi ci auguriamo che ci sia.

Non avremo restrizioni a livello di pubblico e potremo ricevere spettatori da tutta l’Australia, sarà un torneo magnifico. Continueremo a rispettare i protocolli ma non ci sarà obbligo di mascherina. Federer? Per prima cosa, voglio dire che siamo stati in costante contatto con Roger Federer.Siamo amici da tantissimi anni e adoriamo vederlo giocare.

Si sta riprendendo dall’intervento chirurgico al ginocchio e non bisogna dimenticare che ha 40 anni. Il suo corpo ha bisogno di più tempo per recuperare rispetto a 10-15 anni fa. Sappiamo soltanto che tornerà a giocare ad un certo punto" .