Roddick: "Novak Djokovic ha ancora tempo per incrementare i suoi numeri"



by   |  LETTURE 2739

Roddick: "Novak Djokovic ha ancora tempo per incrementare i suoi numeri"

Il 2021 ha regalato a Novak Djokovic i successi all’Australian Open, al Roland Garros e a Wimbledon. Il numero 1 del mondo ha sfiorato il leggendario ‘Calendar Grand Slam’, che avrebbe posto fine a qualsiasi dibattito relativo al GOAT.

In caso di vittoria agli US Open, il serbo sarebbe diventato il secondo uomo nell’Era Open dopo Rod Laver ad aggiudicarsi tutti e quattro i Major nello stesso anno. La tensione e la stanchezza hanno paralizzato Nole, che si è arreso nettamente a Daniil Medvedev in finale.

Oltre ad aver eguagliato i 20 titoli Slam di Roger Federer e Rafael Nadal, il 34enne di Belgrado ha chiuso la stagione in vetta al ranking ATP per la settima volta in assoluto (staccando Pete Sampras). Grazie al trionfo a Parigi-Bercy, Djokovic ha messo in bacheca il suo 37° Masters 1000 (superando Nadal).

Come ormai tutti sanno, la presenza di Novak agli Australian Open 2022 è ancora avvolta nel mistero. Bisognerà infatti essere vaccinati per poter partecipare all’Happy Slam. Il belgradese ha ripetutamente evitato di rivelare il suo stato di vaccinazione.

Parlando su Tennis Channel, Andy Roddick ha espresso la sua opinione sull’argomento.

Andy Roddick parla dei Big 3

“Non è chiaro se Novak Djokovic si sia vaccinato contro il COVID e se volerà a Melbourne per disputare gli Australian Open.

Anche se dovesse rinunciare alla trasferta australiana, Nole avrebbe comunque più chance di vincere altri Slam rispetto a Roger Federer e Rafael Nadal. Non si può negare che il serbo sia stato il giocatore più dominante e continuo dell’ultimo decennio” – ha analizzato Roddick.

“Djokovic ha portato a casa altri tre Slam nel 2021. Il suo livello è ancora altissimo, mentre non si può dire lo stesso di Rafa e Roger. Lo spagnolo e lo svizzero stanno incontrando parecchie difficoltà a questo punto delle loro carriere.

Novak ha tutte le carte in regola per incrementare i suoi numeri nei prossimi anni” – ha aggiunto lo statunitense. Nole guiderà la sua Serbia nelle finali di Coppa Davis, mentre Nadal tornerà in campo nell’esibizione di Abu Dhabi il mese prossimo.