Djokovic, il preparatore: "Nole riceve critiche solo perché è antipatico alla gente"



by   |  LETTURE 2448

Djokovic, il preparatore: "Nole riceve critiche solo perché è antipatico alla gente"

Novak Djokovic è senza dubbio uno dei più grandi tennisti della storia del tennis ed allo stesso tempo ha sempre vissuto un rapporto di amore-odio con gli appassionati del tennis, spesso dediti a criticarlo per le sue scelte dentro e fuori dal campo da gioco.

Ulises Badio è uno dei suoi fisioterapisti ed ha parlato di questo e di tanto altro nel corso di un'intervista ai microfoni di AS. Ecco alcune sue dichiarazioni: "Ricevere critiche capita a chiunque, non solo a Novak Djokovic.

Però io penso che prima di inquadrare una persona come il 'cattivo' del film starei molto attento e ci penserei molto. Chi è senza peccato scagli la prima pietra ed inoltre io penso che tante persone sparano giudizi su Nole senza conoscerlo affatto e questo gli fa molto male, io che lo conosco non posso negarlo.

Alla fine spesso questi attacchi nei suoi confronti sono dovuti all'antipatia, solo a ciò. In realtà Nole ha grande forza mentale e questa gli ha sempre consentito di uscire dalle situazioni più difficili o delicate, sempre a testa alta.

Nel corso della sua carriera Novak ha trasformato la negatività in energia positiva ribaltando tutto e riuscendo ad imparare dai suoi errori, diventati poi come utili lezioni per lui"

Novak Djokovic ed il suo 2021

Novak Djokovic non vince il Masters di fine anno dal 205, troppo per un campione di questo calibro e neanche in questo 2021 è riuscito a portare a casa questo risultato.

Il serbo, dopo un girone controllato e dominato senza problemi, è uscito in semifinale, sconfitto in tre set dopo una grande battaglia contro il poi vincitore del torneo Alexander Zverev. La stagione è stata però straordinaria visto che il serbo ha portato a casa tre Slam che gli hanno consentito di raggiungere il record di titoli dello Slam di Roger Federer e Rafael Nadal ed è stato ad un passo dal Calendar Grande Slam, perso solo in finale a Flushing Meadows con la sconfitta contro il russo Daniil Medvedev.

Ora per Nole testa al 2022 dove proverà invece a superare i due avversari e diventare il tennista con più Slam nella storia.