Novak Djokovic ammette: "Ho faticato a leggere il servizio di Fucsovics"



by   |  LETTURE 2035

Novak Djokovic ammette: "Ho faticato a leggere il servizio di Fucsovics"

Dal nostro inviato a Parigi – Ben 51 giorni erano trascorsi dalla finale degli US Open, dove Novak Djokovic aveva subito una delle più cocenti delusioni di tutta la sua carriera. Ad un passo dal ‘Calendar Grand Slam’ e (forse) dal titolo di GOAT indiscusso, il numero 1 del mondo si era dovuto arrendere nettamente a Daniil Medvedev in finale.

Nelle settimane successive, si era vociferato che il serbo fosse intenzionato a chiudere in anticipo la sua stagione per concentrarsi sugli Australian Open 2022. Tali voci sono state poi smentite dai fatti. Il 34enne di Belgrado ha esordito ieri nel Masters 1000 di Parigi-Bercy, un torneo che gli ha spesso portato fortuna in passato.

Il suo obiettivo è quello di ritrovare confidenza e ritmo in vista delle ATP Finals di Torino e delle finali di Coppa Davis (Nole è impegnato anche in doppio con Filip Krajinovic questa settimana). Il numero 1 del seeding se l’è vista con Marton Fucsovics in sessione serale e non ha certo passeggiato.

Dopo un primo set di ordinaria amministrazione, il rendimento di Novak è calato e l’ungherese ne ha approfittato per allungare la sfida al terzo. La maggiore esperienza di Djokovic ha fatto la differenza nei momenti clou, con Fucsovics che si è dovuto accontentare di una sconfitta onorevole.

Djokovic attende Monfils o Mannarino

In una breve intervista per il sito dell’ATP, il 20 volte campione Slam ha analizzato nel dettaglio l’andamento della partita. “Marton è un giocatore di grande talento e ha le carte in regola per far male a chiunque.

Devo ammettere che è stata una bella lotta, Fucsovics ha servito con estrema precisione e non è stato facile ottenere dei break. Ci siamo spinti al limite a vicenda e sono contento di essere riuscito a spuntarla” – ha dichiarato Nole.

Djokovic si augura di far bene qui a Parigi: “L’obiettivo è quello di passare più tempo possibile in campo. So benissimo che più gioco, più velocemente migliora il mio rendimento. Ho già vissuto questo tipo di situazione in passato e mi conosco alla perfezione.

Spero di arrivare in fondo”. Il suo prossimo avversario uscirà dal derby francese tra Gael Monfils e Adrian Mannarino.