Matteo Berrettini: "Novak Djokovic è il miglior atleta del circuito"



by   |  LETTURE 2417

Matteo Berrettini: "Novak Djokovic è il miglior atleta del circuito"

Novak Djokovic e Daniil Medvedev hanno monopolizzato la stagione 2021, almeno nei tornei dello Slam. Il numero 1 del mondo si è aggiudicato ben tre Major quest’anno, fallendo tuttavia l’appuntamento con il 'Calendar Grand Slam'

Ad impedirgli il coronamento del sogno è stato proprio il russo, che lo ha battuto nettamente nella finale degli US Open il mese scorso. Il tennista di Mosca si è inoltre preso la rivincita della batosta subita agli Australian Open ad inizio anno.

Il passo falso di Daniil a Indian Wells ha garantito a Nole la quasi matematica certezza di chiudere il 2021 in vetta al ranking ATP. Dopo varie speculazioni, il 34enne di Belgrado ha annunciato che sarà ai nastri di partenza del Masters 1000 di Parigi-Bercy.

Il 20 volte campione Slam disputerà anche le ATP Finals di Torino e le finali di Coppa Davis, mentre è incerta la sua presenza agli Australian Open 2022 (a causa del ben noto obbligo vaccinale). Nel corso di una recente intervista a ‘Gio Journal’, Matteo Berrettini ha speso belle parole per Djokovic e Medvedev.

L’italiano ha affrontato Novak per ben tre volte quest’anno, uscendo sconfitto rispettivamente al Roland Garros, a Wimbledon e agli US Open.

Berrettini elogia Novak Djokovic

“Novak Djokovic e Daniil Medvedev sono i migliori al mondo in questa fase.

Ci vuole sempre qualcosa in più per vincere il punto contro di loro. Hanno una capacità innata di far tornare sempre la palla, anche nelle situazioni più difficili” – ha confidato Matteo. “Il miglior atleta del circuito? Ce ne sono parecchi, ma la mia scelta ricade sempre su Nole.

Dispone di un motore pazzesco su tutte le superfici” – ha aggiunto il romano, che si è guadagnato un posto per le Finals di Torino. L’argomento della pressione ha tenuto banco negli ultimi mesi, visti i casi di Naomi Osaka e Simone Biles.

“Anche se non ci fossero i media, la pressione esisterebbe comunque. La pressione è il fattore che permette ad atleti come Novak di ottenere risultati sempre più incredibili” – ha analizzato Berrettini.