Murray: "Novak Djokovic fa sempre la scelta giusta nei momenti decisivi"



by   |  LETTURE 1867

Murray: "Novak Djokovic fa sempre la scelta giusta nei momenti decisivi"

Il 2021 di Novak Djokovic è destinato a passare alla storia come un anno straordinario, benché il serbo non sia riuscito a mettere la ciliegina sulla torta agli US Open. Dopo essersi aggiudicato i primi tre Slam stagionali, il numero 1 del mondo ha raggiunto la finale anche a New York, dove è stato bloccato dalla tensione e dalla stanchezza.

Ad un solo passo dal traguardo, il 34enne di Belgrado ha ceduto nettamente sotto i colpi di Daniil Medvedev sull’Arthur Ashe Stadium. In caso di trionfo nella Grande Mela, Nole sarebbe diventato il secondo uomo nell’Era Open dopo Rod Laver a conquistare tutti e quattro i Major nello stesso anno.

Il 20 volte campione Slam è quasi certo di chiudere il 2021 in vetta al ranking ATP, complice la prematura eliminazione di Medvedev nel Masters 1000 di Indian Wells. Uno dei motivi per cui Djokovic riesce ad uscire vittorioso nelle situazioni più difficili è la sua capacità di prendere la decisione giusta al momento giusto.

Dopo la sconfitta contro Alexander Zverev al terzo turno del 'BNP Paribas Open', è stato chiesto a Andy Murray di nominare il giocatore con la miglior ‘capacità decisionale’.

Murray elogia Novak Djokovic

“Novak Djokovic è probabilmente il migliore al mondo quando si tratta di prendere la decisione giusta nei frangenti di maggiore tensione” – ha risposto il tre volte campione Slam.

“Nole è in grado di fare la scelta giusta con una frequenza maggiore rispetto agli altri tennisti. Direi che Daniil Medvedev viene subito dietro di lui, essendo un giocatore molto intelligente sotto ogni punto di vista” – ha aggiunto.

Lo scozzese ritiene che il processo decisionale dipenda molto dalla fiducia del giocatore in quel momento. “Se non senti bene i tuoi colpi e non sei sicuro di come la pallina uscirà dalla tua racchetta, si crea quell’indecisione che può costare carissima.

Basta una frazione di secondo perché un vincente si tramuti in un errore”. Djokovic e Murray si sono scontrati per ben 36 volte nel circuito maggiore, con Nole uscito vittorioso in 25 occasioni.