Ibrahimovic esalta Novak Djokovic: "Nole è come me"



by   |  LETTURE 4999

Ibrahimovic esalta Novak Djokovic: "Nole è come me"

Novak Djokovic non disputerà il Masters 1000 di Indian Wells. Dopo aver visto il sogno Grande Slam sfumare a un passo dal traguardo, il campione serbo ha deciso di saltare il prestigioso evento americano e passare più tempo con la sua famiglia.

Non sono ancora chiari i piani di Djokovic sul resto del 2021. Il belgradese potrebbe giocare le ATP Finals di Torino e la Coppa Davis, ma come ha specificato nella conferenza stampa tenuta al termine della finale persa agli US Open contro Daniil Medvedev: “Per essere onesto, non ho un piano, nulla di nulla.

Non so se giocherò qualche torneo o dove. In questo momento, la mia testa è solo qui: a New York. Big 3? Vogliamo continuare ad attirare l’attenzione del pubblico sul tennis finché possiamo; io voglio continuare a giocare e provare a vincere altri Slam e giocare per il mio Paese, queste sono le mie motivazioni più grandi” .

Ibrahimovic: "Djokovic è come me"

Lo scorso 3 ottobre, uno dei più grandi sportivi della storia ha compiuto 40 anni. Si tratta di Zlatan Ibrahimovic, grande amico di Djokovic. Il 20 volte campione Slam ha dedicato un bellissimo messaggio di auguri allo svedese; un messaggio che ha potuto visionare grazie a MilanTv.

La risposta di Ibrahimovc è arrivata proprio attraverso il canale televisivo dell’AC Milan. “Prima di tutto è una testa balcanica: quando esplodi fai bene, quando ti arrabbi dai il meglio possibile.

Sei più concentrato, più attento. Quando gioca Nole e si arrabbia fa uscire il suo massimo, e così mi sento vivo. E’ un atleta completo. La testa, con poca esperienza, non c’è. Con l’esperienza la mentalità cresce.

Nole è come me" . I due si sono spesso incontrati nel corso di alcuni tornei e a Parigi-bercy hanno addirittura giocato insieme per qualche minuto per intrattenere i fan. Nel corso delle Olimpiadi di Tokyo 2020, Djokovic ha inoltre dichiarato: "Ibra è un grande amico, un guerriero straordinario, un fenomeno e un campione.

Fissa sempre standard alti per tutti. Alla sua età, con tutti gli infortuni continua a giocare alla grande. Questa è la mentalità balcanica" .