Mischa Zverev: “Medvedev ci ha dimostrato che Novak Djokovic è umano”



by   |  LETTURE 5689

Mischa Zverev: “Medvedev ci ha dimostrato che Novak Djokovic è umano”

Torneo impeccabile quello completato dal russo Daniil Medvedev agli Us Open di New York, dove ha battuto Richard Gasquet, Dominik Koepfer, Pablo Andujar, Daniel Evans, Botic va de Zandschulp, Félix Auger-Aliassime e Novak Djokovic in finale perdendo in totale un unico set, andando così a conquistare il suo primo titolo del Grand Slam.

Il venticinquenne di Mosca, attuale numero 2 del mondo, è già certo della sua partecipazione alle ATP Finals che si terranno a Torino a partire dal prossimo 14 novembre. Daniil aveva già disputato due finali Major: sempre a New York, due anni fa (battuto da Rafael Nadal al quinto set) e alcuni mesi fa a Melbourne, dove era stato fermato proprio da Djokovic in tre parziali.

Le parole di Mischa Zverev

Ex top 30 e fratello maggiore di Alexander Zverev, Mischa si è occupato durante gli ultimi Us Open di collaborare assieme ad Eurosport. Commentando la recente prestazione di Medvedev, il tedesco ha detto: “Daniil è sceso in campo con un piano di gioco e lo ha eseguito con grande convinzione e maestria.

Ha rallentato il gioco con il rovescio e ha attaccato con il diritto come se fosse il pungiglione di uno scorpione. Ha fatto in modo che Novak non sapesse come comportarsi e ha mostrato a tutti la sua natura umana. Non l’ho mai visto piangere su un campo da tennis, Nole è sempre molto concentrato e trasmette la sensazione di essere un uomo di acciaio.

Non è riuscito a vincere, ma credo abbia vinto il cuore di tutti i tifosi”. Con oltre 8000 punti ATP guadagnati quest’anno, Djokovic rimane l’indiscusso dominatore della classifica Race to Turin: lo segue per l’appunto Medvedev, che precede Stefanos Tsitsipas.

Il nostro Matteo Berrettini occupa attualmente la 6° posizione, perciò ha buone possibilità di strappare un pass per le Finals di Torino. Per quanto riguarda lo svizzero Roger Federer, che tornerà in campo solo nel 2022, l’ex numero uno ATP è al momento fuori dalla top 60 della classifica Race. Detentore del prestigioso Master di fine anno sarà Medvedev. Photo Credit: IndiaGlitz