Djokovic: “Giocherò la finale come se fosse l’ultimo match della mia carriera”



by   |  LETTURE 4176

Djokovic: “Giocherò la finale come se fosse l’ultimo match della mia carriera”

Quando tutto lasciava presagire a una rimonta di Sascha Zverev dopo la conquista del quarto set, in quel momento Novak Djokovic ha dato la dimostrazione di essere il numero uno del mondo e di avere una marcia in più dei suoi avversari in match al meglio dei cinque set.

Il serbo, sembrato forse meno brillante fisicamente nella parte conclusiva della sfida ma nulla che potesse compromettere la prestazione in campo, ha così superato un grande ostacolo in semifinale agli Us Open, avvicinandosi sensibilmente al trionfo e all’obiettivo ‘Calendar Grand Slam’.

Nole è rimasto impressionato dalla spinta del pubblico dell’Arthur Ashe Stadium e a fine partita ha dichiarato: "Vorrei dire grazie, perché l'atmosfera era incredibile, la migliore atmosfera del torneo finora.

Questi sono i momenti per cui viviamo. Questi sono il tipo di opportunità uniche che sogniamo ogni giorno quando ci svegliamo e cerchiamo sempre di trovare la motivazione per andare là fuori e fare le stesse cose ancora e ancora”.

Le parole di Djokovic a fine gara

Il tedesco lo aveva già battuto alle Olimpiadi di Tokyo, ha cercato il bis per far svanire il sogno del tennista di Belgrado: “Alexander è un grande campione. È qualcuno che ammiro dentro e fuori dal campo.

Andiamo molto d'accordo, è sicuramente uno dei miei migliori amici. Ci alleniamo molto, ci vediamo molto a Monaco, che lui utilizza come base. È un ragazzo eccezionale e un giocatore ancora migliore. Entrando in campo, sapevo che sarebbe stata una grande battaglia” ha sottolineato il primo della classifica Atp sul suo ‘rivale’.

"Ripaga quando giochi in questo incredibile stadio con questa atmosfera. Grazie mille per averlo reso speciale. Giocherò la prossima partita come se fosse l'ultima della mia carriera” ha aggiunto il serbo con una frase che potrebbe lasciare inevitabilmente degli interrogativi sul suo futuro.

In finale incontrerà Daniil Medvedev, testa di serie numero 2 del torneo, che ha sconfitto in tre set Felix Auger-Aliassime e nel corso della competizione newyorkese ha perso appena un solo parziale: "Sarà la sfida più importante della mia carriera.

Sarà una battaglia contro un altro ragazzo che sta giocando a un grande livello, ha vinto molte partite sul cemento e lo so cosa mi aspetta. Ha già avuto alle spalle diverse finali del Grande Slam e questa volta vorrà fare il grande passo.

Adesso non ci resta che riposarci ed essere preparati per quello che accadrà domenica" ha concluso in conferenza stampa.