Il pensiero di Corrado Barazzutti sulla sfida tra Djokovic e Berrettini



by   |  LETTURE 6852

Il pensiero di Corrado Barazzutti sulla sfida tra Djokovic e Berrettini

Considerando l’infortunio che gli ha impedito di disputare gli ottavi di finale agli Australian Open contro Stefanos Tsitsipas, Matteo Berrettini è stato fermato solo da Novak Djokovic nei tornei del Grande Slam quest'anno.

Il tennista italiano sta disputando una fantastica stagione e non sarà di certo la sconfitta contro il campione serbo ad offuscare le sue grandi prestazioni. Anche contro Djokovic, il romano ha dato il massimo ed espresso un ottimo livello di gioco, come il risultato del primo set testimonia, e questo non fa altro che sottolineare la sua costante crescita.

Djokovic ha avuto bisogno di giocare il suo migliore tennis dall’inizio del torneo per ribellarsi all’esplosività dei colpi di Berrettini, come lui stesso ha ammesso in conferenza stampa.

Barazzutti: "Berrettini non esce ridimensionato"

“Sono stati i migliori tre set che ho giocato nel torneo fino a questo momento” , ha dichiarato Djokovic.

“Penso di essere riuscito ad alzare il livello del mio tennis. Quando ho perso il primo set, ho aumentato il livello e sono riuscito a mantello alto fino all’ultimo punto. Questo mi dà fiducia in vista della semifinale con Alexander Zverev.

Come sempre, è stata una grande battaglia quella con Berrettini. Nel corso di un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa Adnkronos, l’ex capitano di Coppa Davis Corrado Barazzutti ha voluto elogiare Berrettini per i progressi mostrati negli ultimo mesi e per il coraggio messo in campo contro Djokovic a New York.

"Matteo ha incontrato Djokovic sulla sua superficie preferita e in condizioni ottimali" , ha spiegato l'ex tennista italiano. "Ha giocato un primo set straordinario ma poi si è dovuto inchinare a un avversario che è più forte.

Berrettini non esce ridimensionato, ha fatto un ottimo torneo e si è confermato tra i più bravi del mondo e in futuro quando Djokovic, Roger Federer e Rafael Nadal non ci saranno più giocherà per vincere gli Slam e per la poltrona di numero uno del tennis mondiale” .