Sonego: "Berrettini può battere Djokovic e vincere il torneo questa volta"



by   |  LETTURE 3346

Sonego: "Berrettini può battere Djokovic e vincere il torneo questa volta"

Novak Djokovic e Matteo Berrettini si ritroveranno l’uno di fronte all’altro per il terzo Slam consecutivo. I due si sono affrontati quest’anno sia al Roland Garros che a Wimbledon: in entrambe le occasioni, il serbo ha trionfato in quattro set.

L’azzurro, escludendo il match di round-robin alle ATP Finals 2019, ha sempre trovato il modo di mettere in difficoltà Djokovic, che ha sofferto molto il servizio e il dritto esplosivo del romano. A parlare del prossimo impegno di Berrettini, ci ha pensato Lorenzo Sonego, che ha purtroppo lasciato Flushing Meadows al primo turno.

Il piemontese si è regalato la soddisfazione di battere Djokovic al torneo di Vienna lo scorso 30 ottobre.

Sonego crede in Berrettini: "Può battere Djokovic"

“Secondo me, questa volta, Berrettini può battere Djokovic, l’osso più duro da affrontare del torneo.

Se vince questa partita, può davvero vincere il torneo” , ha detto il piemontese ai microfoni dell’agenzia di stampa ANSA. “Prossimi impegni? Giocherò a Metz, poi farò di nuovo il tour americano con San Diego e Indian Wells.

Gli ultimi due tornei in Europa saranno Vienna e Parigi; poi chiuderò con le ATP Finals se riesco a vincere tutti i tornei che ci sono( ride, ndr) . Altrimenti ci sarà la Coppa Davis. Ho avuto un anno fantastico, non mi aspettavo determinati risultati.

È un percorso che non finisce quest’anno ma che ha un lungo termine. Ci sono molti anni per raggiungere le Finals a Torino, ci proverò. Non vedo l’ora di essere protagonista in Davis. Non so se giocherò, perché ci sono tanti giocatori giovani e forti in Italia, quindi potrebbe giovare chiunque.

Ovviamente deciderà il capitano chi schierare, ma siamo tutti in gradi di battere chiunque. È una squadra costruita per vincere. Abbiamo un bel gruppo, siamo tutti molto amici. Non vedo l’ora di essere lì presente e di dare il mio contributo. Possiamo fare grandi cose” .