Roddick: "Novak Djokovic ha strappato l'anima al povero Brooksby"



by   |  LETTURE 5562

Roddick: "Novak Djokovic ha strappato l'anima al povero Brooksby"

Le sessioni serali sull’Arthur Ashe Stadium sono senza dubbio le più elettrizzanti al mondo. La battaglia tra Novak Djokovic e Jenson Brooksby, che metteva in palio un posto nei quarti degli US Open, non ha deluso le aspettative grazie al coraggio del giovane americano.

Il padrone di casa è stato superiore al numero 1 ATP per un set e mezzo, calando fisiologicamente alla distanza e arrendendosi in quattro parziali. Per il fuoriclasse serbo un banco di prova importante superato in vista dei round decisivi, quando la pressione sarà alle stelle.

Ricordiamo infatti che il 34enne di Belgrado sta cercando di realizzare il ‘Calendar Grand Slam’, essendosi aggiudicato i primi tre Major della stagione. Nole affronterà ora Matteo Berrettini, già battuto quest’anno sia al Roland Garros che a Wimbledon.

Il 20 volte campione Slam non ha ancora messo in mostra il suo tennis migliore, avendo lasciato per strada ben tre set fino a questo punto del torneo. Il campione degli US Open 2003 Andy Roddick è sempre stato un grandissimo estimatore di Djokovic.

Secondo il suo punto di vista, il match con Brooksby non è mai stato in discussione nonostante le difficoltà iniziali di Novak.

Roddick impressionato da Novak Djokovic

“Vi posso giurare una cosa: dopo la fine del primo set, ero sicuro che Novak Djokovic avrebbe reso la partita un’autentica punizione fisica per Brooksby.

L’americano non aveva mai sperimentato nulla del genere. Allo scoccare dell’ora e mezza di gioco, il corpo di Jenson ha iniziato a dare segnali di cedimento. Novak, dal canto suo, pareva fresco come una rosa” – ha twittato Roddick.

Pur avendo dato spettacolo fino alla fine, Brooksby non è più riuscito ad insidiare il suo avversario nella seconda metà di gara. “Djokovic ti prende prima il corpo e poi ti strappa l’anima dal petto” – ha aggiunto A-Rod.

Nell’altro quarto di finale della parte alta del tabellone si sfideranno Alexander Zverev e Lloyd Harris. Il tedesco ha avuto la meglio su Jannik Sinner, mentre il sudafricano ha disinnescato Reilly Opelka confermando il suo eccellente stato di forma.