Henman chiarisce perché Novak Djokovic è il favorito agli Us Open



by   |  LETTURE 3460

Henman chiarisce perché Novak Djokovic è il favorito agli Us Open

A meno di una settimana dall’inizio degli Us Open, quasi tutta l’attenzione si sta concentrando esclusivamente sul favorito numero uno dell’ultimo appuntamento prestigioso della stagione, che ha trionfato nei precedenti tre e punta al ‘Calendar Grand Slam’ per entrare nella storia: si tratta naturalmente di Novak Djokovic, che non è riuscito a conquistare l’ambita medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo e, a causa di alcuni acciacchi fisici, ha dovuto saltare anche i due Masters 1000 di Toronto e Cincinnati.

Il serbo sta intensificando gli allenamenti per recuperare e presentarsi nelle migliori condizioni al torneo statunitense, nel quale le maggiori aspettative saranno rivolte verso di lui. Tim Henman, ex tennista che ha peraltro raggiunto nel 2004 le semifinali a New York, ha dato alcune considerazioni sulla competizione al via martedì 24 agosto col primo turno di qualificazioni.

Us Open, Henman ‘scommette’ su Djokovic

Attraverso un’intervista con l’agenzia di stampa PA, l’inglese ha puntato sul 34enne nato a Belgrado per la vittoria finale in America: “Le sue recenti prestazioni sono così convincenti che è davvero impossibile ignorarle.

Non c’è alcun dubbio che Djokovic sia il ‘chiaro’ favorito, la condizione e i suoi percorsi vincenti nei Majors sono stati sempre incredibili e parlano da sé”. Lo specialista sul veloce, che vanta 11 titoli Atp e in carriera anche la quarta posizione nel ranking mondiale, ha sottolineato: “Giocare così bene su campi in cemento, terra battuta, in erba penso che enfatizzi davvero quanto sia un giocatore completo"

Tante le aspettative sul serbo: “Credo che sarà sottoposto a un'immensa pressione interna, anche se è consapevole della posta in gioco. Sarà interessante vedere come affronterà gli avversari dall’altra parte della rete, perché è un’opportunità enorme”. Henman ha poi concluso: “Penso comunque che saranno quindici giorni affascinanti di grande tennis”.