Ivanisevic: "L'Occidente non apprezza che Novak Djokovic è il migliore della storia"



by   |  LETTURE 16070

Ivanisevic: "L'Occidente non apprezza che Novak Djokovic è il migliore della storia"

Nonostante sia uno dei tennisti più forti della storia (se non il più forte) Novak Djokovic gode sicuramente di affetto diverso e probabilmente inferiore rispetto agli altri due membri dei Big Three, Rafael Nadal e soprattutto Roger Federer.

Nel corso della sua carriera Nole si è beccato diverse critiche sia riguardo alcuni suoi atteggiamenti in campo poco apprezzati sia per opinioni riguardo argomenti al di fuori del tennis che spesso hanno creato polemiche.

Il numero uno al mondo è fatto così, prendere o lasciare come sottolinea il suo coach Goran Ivanisevic. L'ex tennista croato è tornato sul diverso affetto che i fan provano per Djokovic rispetto a Federer e Nadal ed ha provato a spiegare le motivazioni.

Ecco le sue parole: "Novak Djokovic ha raggiunto l'apice del tennis dopo Rafael Nadal e Roger Federer e questi due già avevano tantissimi tifosi, poi è arrivato il ragazzo dei Balcani ed ha rovinato tutto.

Nole dice sempre quello che penso e questo non piace a tutti. Lui è estremamente intelligente, parla cinque lingue e si interessa a tutto, ha un modo particolare di vivere la vita, alcuni ammirano il modo in cui mangia mentre altri no, alcuni quasi si fanno beffe di lui per la meditazione ma queste sono cose in cui lui crede fermamente.

Lo ammiro, a volte lo vedo praticare yoga al mattino per un'ora e mezza ed è per certi versi affascinante"

Novak Djokovic vs il mondo Occidentale

Continuando l'intervista al portale B92 Goran Ivanisevic ha parlato anche del presunto particolare rapporto tra Novak Djokovic ed il mondo occidentale che spesso apre non apprezzare il campione serbo.

Ecco le sue parole: "A volte mi sembra che non vogliano che lui abbia opinioni, il mondo dovrebbe essere migliore ma ho la sensazione che stiamo andando nella direzione opposta. Siamo nel 21° secolo e se non puoi dire quello che pensi questo è un disastro.

Novak Djokovic non fa parte del mondo occidentale dove tutto è già organizzato, viene dai Balcani e questo non è apprezzato anche se lui ha conquistato tutto. Ha distrutto tutti i record ed è diventato il miglior tennista della storia, fine.

Questo sarà presto dimostrato anche a livello statistico ed è chiaro che in futuro saranno in tanti a non apprezzare ciò"