Shapovalov: "Novak Djokovic sa come vincere anche quando non è al massimo"



by   |  LETTURE 4544

Shapovalov: "Novak Djokovic sa come vincere anche quando non è al massimo"

Novak Djokovic si è aggiudicato il suo 20° titolo del Grande Slam e il terzo Major stagionale a Wimbledon il mese scorso. Il numero 1 del mondo ha battuto in finale Matteo Berrettini rimontando un set di svantaggio, due giorni dopo aver superato Denis Shapovalov in una semifinale molto più equilibrata di quanto non dicesse il punteggio.

Il fenomeno serbo si è imposto in tre set sul Centre Court, ma non ha dominato il match come in tanti si sarebbero aspettati. Il giovane canadese ha sciupato tante occasioni sia nel primo che nel secondo parziale, finendo per cedere con lo score di 7-6 7-5 7-5.

Il tennista di origini israeliane si è recato poi sulla terra di Gstaad, ma è stato eliminato subito dalla rivelazione Vit Kopriva (numero 249 del ranking ATP). ‘Shapo’ farà il suo esordio al ‘National Bank Open’ di Toronto contro il vincente della sfida tra Nishioka e Tiafoe.

Qualche giorno prima dell’inizio del torneo, il padrone di casa ha affermato che si sente molto vicino al livello dei migliori.

Shapovalov ha piena fiducia nei suoi mezzi

“Ho dimostrato a tutti che posso giocare ad armi pari contro qualsiasi avversario.

Ho fatto una grande partita contro Novak Djokovic a Wimbledon” – ha dichiarato Shapovalov. “Ho percepito che il mio livello di gioco fosse davvero vicino a quello necessario per raggiungere la finale e per sollevare il trofeo.

Mi ha battuto soltanto un giocatore del calibro di Djokovic in semifinale. Anche se non si esprime sempre al suo massimo livello, Nole sa uscire vittorioso dalle partite grazie a quell'aura che possiedono i grandi campioni” – ha aggiunto.

Denis ha tutte le carte in regola per arrivare lontano davanti al pubblico amico: “A Wimbledon ho confermato di avere un potenziale notevole, non sono andato lontano dal centrare la finalissima. Mi sento un giocatore con molta fiducia, oltre ad avere ancora dei margini di miglioramento.

Posso competere con chiunque su qualsiasi superficie, non ho più dubbi al riguardo”. Per quanto riguarda Djokovic, il serbo ha rinunciato ad entrambi i Masters 1000 nordamericani. Lo rivedremo in campo agli US Open.