Srdjan Djokovic attacca gli organizzatori di Wimbledon: "Sono persone orribili"



by   |  LETTURE 8456

Srdjan Djokovic attacca gli organizzatori di Wimbledon: "Sono persone orribili"

I numeri di Novak Djokovic nel corso della sua carriera sono indiscutibili ed il campione serbo, anno dopo anno, continua a raccogliere incredibili e preziosi record. Negli ultimi anni Nole ha letteralmente dominato il circuito raggiungendo il record di Slam dei grandi rivali Roger Federer e Rafael Nadal e superando in alcuni record gli altri due membri dei Big Three.

Non possiamo dimenticare che lo scorso Marzo Novak ha superato Roger Federer nel record di settimane in vetta alla classifica Atp ed in caso di vittoria a Flushing Meadows, torneo che inizierà il prossimo 30 Agosto, Novak Djokovic può fare la storia del tennis.

Può essere infatti il primo dai tempi di Rod Laver e quindi il primo tennista nell'era Open a vincere tutte e quattro le prove del Grande Slam. Questa stagione ha visto Nole fallire l'obiettivo Giochi Olimpici che lo avrebbe tenuto in corsa per il Golden Slam (cosa realizzata solo nel tennis femminile da Steffi Graf) ma il campione serbo è reduce dal suo sesto successo a Wimbledon e soprattutto suo ventesimo Slam a Wimbledon.

L'attacco di Srdjan Djokovic a Wimbledon

Rispetto al passato questa volta nel box di Nole non c'erano i genitori del campione serbo, ovvero Srdjan e Dijana Djokovic e questa decisione non ha certo fatto felice il padre della leggenda del tennis balcanica.

Recentemente Srdjan ha avuto dure parole, attraverso i media serbi, nei confronti degli organizzatori del torneo di Wimbledon: "Non è stato bello non andare ai box, quando sono nel box di Novak gioco ogni palla con lui.

Io e mia moglie volevamo venire a Wimbledon ma gli organizzatori non l'hanno permesso, a causa dei rigori protocolli. Credo che queste siano persone orribili, non hanno permesso a noi genitori di andare a vederlo in quella settimana perché dovevamo affrontare la quarantena mentre comunque lo stadio era pieno e c'erano 15-16 Mila persone ad assistere al match"

Nella giornata di ieri attraverso i social network Novak Djokovic ha annunciato che non parteciperà al Masters 1000 di Cincinnati (dove era campione in carica) e lavorerà invece in vista degli Us Open, torneo che potrebbe aprirgli le porte del Grande Slam.