Campione olimpico di scherma racconta un aneddoto su Novak Djokovic



by   |  LETTURE 8233

Campione olimpico di scherma racconta un aneddoto su Novak Djokovic

Novak Djokovic ha dovuto affrontare la prima grande delusione del suo straordinario 2021, in cui si è aggiudicato tutti gli Slam disputati fino a questo momento. Il numero 1 del mondo, che inseguiva il sogno di realizzare il ‘Calendar Golden Slam’, è uscito di scena in semifinale alle Olimpiadi di Tokyo per mano di Alexander Zverev.

Il 34enne serbo ha letteralmente dominato il torneo fino a metà dello scontro con Zverev, quando il suo fisico lo ha abbandonato proprio sul più bello. Nole ha ceduto dieci degli ultimi undici game del match e ha dimostrato tutta la sua umanità ad un passo dall’appuntamento con la storia.

Il veterano di Belgrado ha ammesso di aver accusato problemi fisici durante la spedizione olimpica, ma non si è comunque pentito di aver accettato di partecipare ai Giochi. Per lui è stata una bellissima occasione di interagire con atleti di altre discipline, che ne hanno riconosciuto la grandezza chiedendogli tantissime foto nel Villaggio Olimpico.

Nel corso di un’intervista a ‘RMC Info’, il campione olimpico nel fioretto a squadre Julien Mertine ha raccontato un aneddoto divertente sul 20 volte campione Slam.

Djokovic non ha centrato l'obiettivo a Tokyo

“Mi viene in mente l’immagine di Novak Djokovic che si trovava alla caffetteria, con intorno a sé una marea di atleti che volevano scattarsi una foto insieme a lui.

È veramente un ragazzo d’oro, ha scherzato con tutti e si è sempre dimostrato molto disponibile. Noi della scherma eravamo lì a tavola e non volevamo dargli fastidio. Qualche ora dopo ci siamo fatti un giro nel Villaggio Olimpico e per fortuna lo abbia incrociato.

Era tutto solo e mi sono preso la libertà di andare da lui per chiedergli una foto” – ha detto Mertine. Djokovic cercherà il riscatto ai prossimi US Open, in programma a New York fra circa tre settimane.

Se dovesse trionfare a Flushing Meadows, Nole completerebbe il Grande Slam scrivendo l’ennesima pagina di storia del tennis. Il serbo si porterebbe inoltre a quota 21 Major, scavalcando per la prima volta Roger Federer e Rafael Nadal.