Carreno Busta: "Dopo quel secondo set, pensavo che avrebbe vinto Novak Djokovic"



by   |  LETTURE 4326

Carreno Busta: "Dopo quel secondo set, pensavo che avrebbe vinto Novak Djokovic"

Pablo Carreno Busta ha impreziosito un’ottima settimana con una meritatissima medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo. Il tennista spagnolo, delusissimo dopo la semifinale persa contro Karen Khachanov, ha resistito al tentativo di rimonta di Novak Djokovic aggiudicandosi la ‘finalina’ dopo due ore e 49 minuti di di battaglia.

Si tratta della prima medaglia in assoluto per la Spagna del tennis in questa edizione dei Giochi. Approfittando anche di un Nole veramente esausto, l’iberico sembrava sul punto di chiudere già nel tiebreak del secondo set, in cui ha avuto a disposizione un match point.

Il numero 1 del mondo ha tirato fuori gli artigli prolungando la contesa al terzo, ma lì è venuta fuori la maggior freschezza di Carreno. Ai microfoni della stampa spagnola, Pablo ha definito quello contro Djokovic il più grande successo della sua carriera finora.

Il numero 6 del seeding ha ringraziato anche i suoi connazionali per averlo tirato su dopo la brutta prestazione in semifinale. Il giocatore di Gijon si era tolto la soddisfazione di eliminare il numero 2 ATP Daniil Medvedev nei quarti.

Prima medaglia per la Spagna del tennis a Tokyo

“Penso che quello contro Novak Djokovic rappresenti il successo più importante della mia carriera, sono al settimo cielo” – ha ammesso Carreno Busta.

“Dopo la sconfitta in semifinale, la gente mi ha manifestato tantissimo amore e sostegno. È soltanto una medaglia di bronzo, ma posso assicurare di aver dato tutto me stesso per aiutare la Spagna” – ha aggiunto.

Pablo è stato bravissimo a tenere duro nonostante la beffa patita nel secondo set. “Quando ho perso il tiebreak in quel modo, temevo che la partita mi fosse sfuggita di mano. Battere il numero 1 del mondo è sempre un'impresa durissima, anche se non era il miglior Djokovic.

Ho raggiunto il mio obiettivo, ero venuto a Tokyo per conquistare una medaglia. La dedico alla mia ragazza, a mia madre, alla mia città e a tutta la Spagna” – ha chiosato. Tramite una storia su Instagram, sono arrivati anche i complimenti del suo connazionale Rafael Nadal (assente in questa edizione dei Giochi).