Djokovic analizza la sconfitta e mette in dubbio la sua partecipazione agli US Open



by   |  LETTURE 15997

Djokovic analizza la sconfitta e mette in dubbio la sua partecipazione agli US Open

Novak Djokovic non è riuscito a conquistare nessuna medaglia alle Olimpiadi di Tokyo. Il campione serbo ha perso la finale per il terzo e quarto posto contro Pablo Carreno Busta e ha deciso di ritirarsi dalla “finalina” di doppio misto a causa di un problema alla spalla sinistra.

Il belgradese, che ieri ha dovuto dire addio al sogno Golden Slam, è apparso piuttosto provato dal punto di vista fisico e nel terzo set non ha retto il ritmo imposto agli scambi da un formidabile Carreno Busta. In conferenza stampa, Djokovic ha parlato del suo cammino a Tokyo e dei problemi fisici che potrebbero condizionare il finale di stagione.

Ricordiamo che il serbo è ancora in corsa per il Grande Slam.

Djokovic, dalla delusione olimpica ai problemi fisici

“Mi sono ritirato dal doppio misto per alcuni infortuni, non solo uno. Spero che le conseguenze fisiche della mia partecipazione non creino problemi in vista degli US Open.

È qualcosa di cui non sono sicuro ora, ma non ci sono rimpianti: bisogna dare tutto per il proprio Paese. Spero che questo non mi impedisca di giocare agli US Open” , ha dichiarato Djokovic. “Sono molto rammaricato per non aver vinto alcuna medaglia per il mio Paese.

Non ho portato a termine l’incarico che avevo, sia ieri che oggi. Il mio livello di tennis è calato, anche a causa della stanchezza fisica e mentale. Ma non rimpiango il fatto di essere venuto alle Olimpiadi. Credo che non esistano le coincidenze nella vita e che tutto succeda per una ragione.

Ho avuto alcune sconfitte molto dolorose alle Olimpiadi e nei grandi tornei, ma so anche che queste sconfitte mi hanno reso più forte. So che mi rialzerò. Proverò ad esserci a Parigi 2024 per vincere una medaglia per il mio Paese.

Questa è la terza volta che perdo in semifinale alle Olimpiadi e per i miei standard ho vinto ‘solo’ una medaglia. Mi dispiace aver deluso i tifosi serbi, ma questo è lo sport. Ho dato tutto quello che avevo, ma quello che mi era rimasto nel serbatoio non era tanto e non è bastato” .