Zverev spiega come ha girato l'inerzia del match contro Novak Djokovic



by   |  LETTURE 4929

Zverev spiega come ha girato l'inerzia del match contro Novak Djokovic

Alexander Zverev si è reso autore di una delle più grandi sorprese di questa stagione. Il tedesco ha infatti eliminato Novak Djokovic, favoritissimo per la conquista della medaglia d’oro, volando in finale alle Olimpiadi di Tokyo.

Dopo aver incassato un pesantissimo 6-1 nella frazione inaugurale ed essere scivolato sotto di un break nel secondo set, Sascha è riuscito finalmente a sciogliersi distruggendo la resistenza del serbo. Va detto che il numero 1 del mondo è calato vistosamente nella seconda metà di gara, ma questo dettaglio non toglie nulla ad Alexander, che ha sfoderato la miglior prestazione di tutta la sua stagione.

Il quarto favorito del seeding diventa ora il favorito per accaparrarsi l’oro, visto che in finale si troverà di fronte il russo Karen Khachanov. Parlando con i media dopo l’incredibile trionfo su Nole, Zverev ha esternato tutta la sua gioia per aver rappresentato degnamente il suo paese in un evento unico come i Giochi.

Zverev commenta la vittoria su Djokovic

“È una sensazione veramente speciale, adesso sono sicuro che porterò una medaglia alla Germania” – ha detto Zverev riuscendo a stento a trattenere le lacrime.

“Ho battuto quello che oggi è senza dubbio il miglior giocatore al mondo, autore di una stagione ai limiti della fantascienza. Sembrava impossibile batterlo in queste Olimpiadi, ma sono felicissimo di esserci riuscito.

Manca ancora una partita, quindi devo rimanere concentrato. Forse è il momento più bello di tutta la mia carriera, perché non sto giocando solo per me stesso come faccio di solito. I Giochi Olimpici sono la manifestazione sportiva più popolare del mondo” – ha aggiunto.

Djokovic e Zverev si sono abbracciati al termine della sfida. “Gli ho detto che è il più grande di tutti i tempi. So che stava inseguendo il ‘Calendar Golden Slam’, è comprensibile la sua delusione, ma sono sicuro che vincerà tanti altri Slam” – ha spiegato Alexander.

Il teutonico ha cambiato strategia dopo un pessimo avvio: “Nonostante fossi indietro di un set e di un break, non stavo giocando male. Non ero abbastanza aggressivo, è stato quello il punto di svolta”.