Davidovich Fokina impressionato da Djokovic: "É davvero motivato"



by   |  LETTURE 2352

Davidovich Fokina impressionato da Djokovic: "É davvero motivato"

Novak Djokovic ha sconfitto Alejandro Davidovich Fokina con il punteggio di 6-3, 6-1 e sfiderà il padrone di casa Kei Nishikori per un posto alle semifinali del torneo olimpico di tennis. Il campione serbo ha mostrato grande solidità al servizio e, sopratutto nel secondo set, ha trovato il ritmo in risposta e sorpreso più volte il suo avversario.

L’obiettivo del belgradese è quello di conquistare la medaglia d’oro in singolare e avere così l’opportunità di compiere l’impresa più grande della sua straordinaria carriera agli US Open.

Davidovich Fokina: "Djokovic non sente la pressione"

La strada verso la medaglia d’oro è però ancora ricca di insidie. Nishikori ha vinto la medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Rio de Janiero 2016 e farà di tutto per raggiungere un importante risultato a Tokyo.

Sul cammino di Djokovic potrebbe poi palesarsi un altro dei grandi favoriti. Si tratta di Alexander Zverev, che non ha ancora perso un set in singolare alle Olimpiadi. Parlando della pressione che Djokovic potrebbe provare nelle fasi finali del torneo, Davidovich Fokina ha rilasciato interessanti dichiarazione ai microfoni di Eurosport al termine della partita persa in due set nel day 5.

“Ho cercato di dare il massimo contro Novak. All’inizio ho avuto alcune opportunità sul suo servizio, ma è stato decisamente superiore” , ha detto lo spagnolo. “Sta giocando a un livello molto alto ed è sempre costante.

Sembra molto contento di essere qui e vincere le partite; penso che proverà le stesse sensazioni anche a New York. Pensavo potesse sentire un po’ di pressione per il Golden Slam, ma è davvero calmo e motivato” .

Lo stesso Djokovic ha parlato delle pressioni che ogni ateta è costretto a fronteggiare. "La pressione è un privilegio, almeno per come la vedo io. Senza pressione, non esisterebbe lo sport professionistico.

Se miri a raggiungere i livelli più alti in qualsiasi sport, è bene che impari fin da subito come gestire la pressione sia dentro che fuori dal campo" .