Novak Djokovic spiega quali sono stati i punti chiave del match con Shapovalov



by   |  LETTURE 6365

Novak Djokovic spiega quali sono stati i punti chiave del match con Shapovalov

Novak Djokovic ha raggiunto la finale di Wimbledon disputando probabilmente il match più complicato finora e battendo in tre set il giovane talento del tennis canadese Denis Shapovalov. La sfida si è conclusa in poco meno di tre ore con il numero uno che ha chiuso il match con il risultato di 7-6;7-5;7-5.

Tutti e tre set sono stati molto combattuti e la realtà è che Denis non ha sfruttato le diverse opportunità nel corso della gara, ha servito per il set nel primo set dove ha commesso diversi errori ed ha ceduto all'emozione mentre negli altri due set ha avuto davvero tante palle break, con precisione ha sfruttato una sola palla break su 11 avute a disposizione.

In conferenza stampa Nole ha provato ad analizzare la gara spiegando in generale come è andata con il giovane canadese.

Le parole di Djokovic su Denis Shapovalov

Parlando dei precedenti e della sfida di ieri Novak ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Non ho mai perso contro di lui, ma nelle ultime sfide siamo stati davvero molto vicini.

Sono stati tre set molto serrati e credo che sia stato lui il miglior giocatore nei primi due set, infatti ha anche servito per il primo set. Ha avuto tante opportunità ma non è riuscito a sfruttarle quando era necessario, su questa superficie è molto più dura affrontarlo, ha uno dei migliori servizi sul circuito e può dare fastidio a chiunque.

Si vede che è maturato come giocatore, è più paziente rispetto allo scorso anno e sta comprendendo come costruire i punti. Purtroppo per lui è stato carente nei punti decisivi e sono riuscito a portarlo a sbagliare, ho vinto in tre set ma è stato davvero dura.

A fine gara gli ho detto che ha disputato un torneo fantastico, che doveva credere in sé stesso perché così in futuro avrebbe avuto altre grandi opportunità" In finale ora Nole avrà l'opportunità di vincere il suo ventesimo Slam in carriera e per farlo dovrà battere il numero uno italiano Matteo Berrettini, tennista alla sua prima finale Slam.