Novak Djokovic e quello strano parallelismo con i lupi



by   |  LETTURE 4949

Novak Djokovic e quello strano parallelismo con i lupi

Novak Djokovic è in piena corsa per realizzare il ‘Calendar Golden Slam’ quest’anno, visto che il numero 1 ATP ha messo nel mirino anche la medaglia d’oro in singolare alle Olimpiadi di Tokyo.

Il fuoriclasse serbo si è aggiudicato il titolo sia agli Australian Open che al Roland Garros, dove ha inflitto la terza sconfitta in carriera a Rafael Nadal. Il 34enne di Belgrado è il favorito principale anche a Wimbledon, essendo il vincitore delle ultime due edizioni.

Tutti ricorderanno l’impresa realizzata da Nole due anni fa, quando ha annullato ben due match point in risposta nella storica finale contro Roger Federer. A dispetto di tutti i successi ottenuti sul campo da tennis, Djokovic continua a rimanere un personaggio che divide i fan e l’opinione pubblica.

Durante il match di terzo turno contro Denis Kudla, le urla spropositate di Novak hanno indotto il pubblico di Wimbledon a schierarsi dalla parte dell’outsider americano. Non certo un fatto insolito per il 19 volte campione Slam.

In conferenza stampa, la testa di serie numero 1 ha rivelato il segreto della sua mentalità feroce.

Novak Djokovic ai quarti senza sudare

“Ho trascorso la mia infanzia in un ambiente complesso, dato che il mio Paese non stava vivendo un bel momento” – ha esordito Nole.

“Il fallimento non è mai stata un’opzione né per me né per tutti gli altri membri della mia famiglia. Avevamo bisogno di trovare le risorse primarie per riuscire a sopravvivere. Questo ha rafforzato il mio carattere.

Mi viene in mente un parallelismo con i lupi, noto molti tratti simili a livello caratteriale. Sento che i lupi sono la mia guida spirituale” – ha aggiunto. Djokovic ha raggiunto i quarti di finale senza alcun problema, liquidando il cileno Cristian Garin con un comodissimo 6-2 6-4 6-2 sul Centre Court.

Fatta eccezione per il secondo set, il serbo ha dominato l’incontro in lungo e in largo, agevolato da un rivale che non ha grande attitudine su questa superficie. Vedremo se qualcuno potrà testarlo seriamente da qui a domenica.