Novak Djokovic spiega la sua reazione con il pubblico a Wimbledon



by   |  LETTURE 14404

Novak Djokovic spiega la sua reazione con il pubblico a Wimbledon

Settantacinquesima vittoria in carriera a Wimbledon e qualificazione per gli Ottavi di finale acquisita per il numero uno al mondo e grande favorito del torneo Novak Djokovic. Il campione serbo ha faticato più del previsto per battere l'americano Denis Kudla, anche a causa di un tennis tutt'altro che perfetto.

Nel corso della gara Nole si è reso protagonista di qualche esultanza giudicata eccessiva tanto che lo stesso pubblico non ha apprezzato. In conferenza stampa il diciannove volte vincitore di tornei del Grande Slam ha trattato di tanti temi ed ha provato a spiegare le sue sensazioni.

Ecco le sue dichiarazioni: "Non sono soddisfatto di come ho giocato oggi. Il pubblico dalla parte di Kudla? Dipende la cosa da come si vede, ma non voglio lamentarmi e sono grato di aver intrapreso questo viaggio nel circuito che sicuramente mi ha aiutato ad essere un uomo più forte.

Ho un carattere forte, ho reagito così perché sono un combattente e faccio di tutto affinché riesca a non arrendermi, anche nelle peggiori circostanze, voglil sempre uscire da vincitore dalla gara. Kudla ha lottato e giocato una buona gara fin dall'inizio, fino al decimo game del primo set è stata una gara combattuta, poi ho vinto quattro game di fila e sembrava andare tutto meglio.

Nel terzo set le cose si sono nuovamente un po' complicate e nel complesso non sono soddisfatto di come è andato il match. Ovviamente in alcuni momenti ho fatto bene ma in generale non avevo un buon ritmo, anche se non voglio parlare degli aspetti negativi, in generale so che posso fare meglio"

Novak Djokovic sulle Olimpiadi

Parlando riguardo le Olimpiadi Novak Djokovic ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Sono molto motivato a giocare le Olimpiadi e lottare per vincere una medaglia. Ho grandi aspirazioni per quel torneo che reputo il più grande nella storia di questo sport.

Rappresentare il mio paese è un enorme onore e privilegio, cerco sempre di farlo nelle competizioni a cui partecipa la Serbia ed il tennis serbo e senza dubbio dopo gli Slam è il mio principale obiettivo"