Djokovic conquista la finale in doppio a Maiorca: "É sorprendente"



by   |  LETTURE 16699

Djokovic conquista la finale in doppio a Maiorca: "É sorprendente"

A quasi due settimane dall’incredibile successo ottenuto al Roland Garros, dove ha conquistato il suo diciannovesimo Slam, Novak Djokovic ha raggiunto l’ennesima finale della sua carriera. Questa volta, però, il campione serbo disputerà la finale in doppio all’ATP 250 di Maiorca.

Djokovic ha deciso di giocare l’evento spagnolo per prendere confidenza con la nuova superficie e ha ricevuto una wild per competere insieme a Carlos Gomez-Herrera. I due sono andati al di là delle proprie aspettative e hanno eliminato le teste di serie numero uno e tre del torneo.

Nel primo caso hanno vinto al super tie-break finale contro una delle migliori coppie, ovvero quella formata da Marcel Granollers e Horacio Zeballos; nel secondo hanno invece piegato in due set Oliver Marach e Aisam-Ul-Haq Qureshi.

Djokovic in finale a Maiorca in doppio

“Non pensavamo di raggiungere la finale in questo torneo” , ha spiegato Djokovic in conferenza stampa. “Ma se giochiamo bene, possiamo rispondere e servire molto bene.

Penso anche che abbiamo un gioco abbastanza solido a rete. Negli ultimi giorni è andato tutto in maniera sorprendente per noi. Sono super entusiasta di condividere il campo con Carlos e di aver raggiunto la nostra prima finale insieme” .

Lo spagnolo, da parte sua, non ha potuto fare altro che esprimere tutta la sua gioia per questa importante vittoria. “Per me è un vero piacere giocare con lui. Penso che tutti lo abbiano notato: siamo molto rilassati in campo e ci stiamo semplicemente divertendo.

Se giochiamo così possiamo andare sempre più avanti; ed è successo, perché siamo in finale” . Gomez-Herrera. lo scorso giorno, ha anche parlato di alcune delle più grandi qualità di Djokovic.

"La prima volta che mi sono allenato con lui è stata nel 2010, non sapevo nemmeno bene chi fosse. Ciò che risalta di più di Novak è la sua trasparenza: lui è esattamente come lo vedete.

Adesso sta facendo qualcosa che nessuno aveva mai fatto prima, ovvero dare una mano ad un gruppo di giocatori che spesso erano trascurati. Novak mi ha sempre sostenuto nel corso degli anni, quindi solo condividere il campo con lui significa molto per me" . Photo Credit: Manuel Queimadelos/ Mallorca Championships