Djokovic supera Nadal e mette Federer nel mirino



by   |  LETTURE 10133

Djokovic supera Nadal e mette Federer nel mirino

Con la straordinaria vittoria colta ieri sera sul Philippe Chatrier parigino, Novak Djokovic ha rilanciato una volta di più le sue credenziali nell’eterna disputa sul più grande di sempre. Il serbo non solo ha battuto Rafa Nadal a casa sua – dove in carriera aveva perso soltanto due partite prima di ieri sera – ma ha anche staccato proprio il maiorchino in una statistica decisamente importante.

Quella che il numero uno del mondo giocherà domani contro Stefanos Tsitsipas sarà, infatti, la ventinovesima finale di un torneo dello Slam per il serbo. Nella storia del Gioco, soltanto Roger Federer può vantare – per ora – un numero migliore: lo svizzero guida questa speciale classifica a quota 31, mentre Nadal insegue a 28.

Va da sé che, tra i tre fenomeni che hanno fagocitato quasi tutti i record del tennis mondiale, Federer è anche il giocatore che ne ha perse di più, mancando la vittoria all’appuntamento decisivo per 11 volte contro le 10 di Djokovic e le 8 di Nadal.

Per Nole sarà la sesta finale parigina in quello che è il torneo – tra i quattro dello Slam – dove ha vinto di meno: un solo titolo al Roland Garros, quello conquistato nel 2016 contro Andy Murray, a fronte di quattro sconfitte all’ultimo atto, tre portano la firma di Rafa Nadal, una quella di Stan Wawrinka quando nel 2015 Djokovic sconfisse proprio lo spagnolo prima di arrendersi in quattro set a uno svizzero in versione deluxe.

Vincendo domani contro Tsitsipas, il numero uno del mondo potrebbe rilanciare una candidatura che solo a sentirla fa venire la pelle d’oca: il Grande Slam. Col titolo australiano e quello parigino – decisamente il più difficile – la minaccia di Djokovic di replicare quanto fatto nell’ultima volta addirittura da Rod Laver potrebbe acquisire credibilità.

A quel punto al serbo mancherebbero ‘solo’ Wimbledon e Us Open, tornei nei quali – salvo episodi clamorosi – partirebbe coi favori del pronostico dalla sua.