Djokovic, dalla possibile semifinale contro Nadal al suo attuale stato di forma



by   |  LETTURE 6886

Djokovic, dalla possibile semifinale contro Nadal al suo attuale stato di forma

Dopo la finale conquistata a Roma e la vittoria a Belgrado 2, Novak Djokovic è pronto a fare il suo esordio al Roland Garros, torneo che è riuscito a vincere solo una volta in carriera. Il campione serbo giocherà questa sera alle 21:00 e troverà dall’altra parte della rete l’americano Tennys Sandgren.

Il tabellone di Djokovic potrebbe rivelarsi molto complicato, così come per Roger Federer e Rafael Nadal, considerando che sia lui che gli altri due Big Three per la prima volta nella storia di uno Slam sono stati sorteggiati nella stessa parte.

Il belgradese potrebbe incontrare Federer ai quarti e Nadal in semifinale.

Djokovic: "Per battere Nadal al Roland Garros devo fare il massimo"

“Qualche mese fa eravamo qui, ma è vero che le condizioni erano completamente differenti” , ha spiegato Djokovic in conferenza stampa.

“Sinceramente non posso dirti se preferisco il freddo e l’umidità dello scorso anno o le solite condizioni, anche perché storicamente ho ottenuto importanti risultati in questo torneo. Nel 2020 ho disputato un torneo magnifico, ma il modo in cui Rafa ha giocato in finale è stato fantastico.

Sto colpendo bene la palla e mi sento bene dal punto di vista emotivo. Vincere a Belgrado è stato il modo migliore per raggiungere Parigi. Ora si tratta di procedere per gradi, penso che il mio livello salirà progressivamente partita dopo partita.

Non devo essere ossessionato da quella ipotetica semifinale” . Il riferimento a Nadal in questa occasione è stato chiaro. Da quando è stato sorteggiato il main draw, non si è fatto altro che parlare della possibile semifinale tra i due finalisti della scorsa edizione.

“Quando giochi contro Nadal, ti aspetti che sia sempre a un livello stellare, in qualsiasi torneo” , ha continuato Djokovic. “Ho perso contro di lui le ultime partite disputate sulla terra battuta, ma sento che in alcune di esse sono stato molto vicino, mentre in altre occasioni sentivo di non poter raggiungere il suo livello.

Sono consapevole che per batterlo al Roland Garros devo fare il massimo, perché da lui mi aspetto sempre un tennis spettacolare. Se non dai il meglio di te, è impossibile battere Rafa sulla terra. Voglio concentrarmi sul lavoro quotidiano, ma quello che è successo a Roma mi ha dato molta fiducia, nonostante la sconfitta.

Sessione serale senza pubblico? Mi rattrista sapere che non ci sarà il pubblico sugli spalti, quindi spero di poter vincere e di potermi godere una grande atmosfera nelle prossime partite” .