Greg Rusedski commenta il forfait di Novak Djokovic a Madrid



by   |  LETTURE 3492

Greg Rusedski commenta il forfait di Novak Djokovic a Madrid

Nelle ultime ore è giunta la notizia che Novak Djokovic non prenderà parte al Mutua Madrid Open, secondo Masters 1000 stagionale sulla terra rossa in programma dal 2 al 9 maggio. Il numero 1 del mondo non ha cominciato benissimo la sua campagna sul mattone tritato, non essendo andato oltre gli ottavi a Montecarlo (sconfitto da Dan Evans al termine di una partita disastrosa) e le semifinali davanti al pubblico amico di Belgrado.

Il 33enne serbo ha dovuto cedere il passo ad uno scatenato Aslan Karatsev la settimana scorsa, autore forse del match più bello di tutta la sua carriera. Nole ha più volte ribadito che il suo obiettivo è farsi trovare al 100% per l’inizio del Roland Garros, che scatterà con una settimana di ritardo per via della delicata situazione sanitaria in Francia.

Il 18 volte campione Slam, che si è imposto una sola volta a Parigi (nel 2016), vuole vendicare la batosta subita per mano di Rafael Nadal nella finale della passata edizione. Attraverso il suo account ufficiale Twitter, l’ex giocatore Greg Rusedski ha espresso i suoi pensieri sul forfait di Djokovic alla Caja Magica.

Rusedski: "Non si può discutere uno che ha vinto 18 Slam"

“Tutti non fanno che parlare della decisione di Novak Djokovic di non giocare a Madrid” – ha scritto l’ex finalista degli US Open.

“Ricordiamo che Madrid offre condizioni per niente simili a quelle del Roland Garros, sia per l’altitudine che per il diverso rimbalzo della pallina” – ha aggiunto. Nole dovrebbe partecipare anche al secondo torneo di Belgrado, che si svolgerà nella settimana precedente al Roland Garros.

“Forse Novak vuole sostenere il più possibile il suo evento casalingo e provare una diversa programmazione rispetto al solito. Difficile discutere con qualcuno che si è aggiudicato 18 Major nella sua carriera.

Dipenderà molto da quanto andrà lontano a Belgrado, forse preferisce giocare partite anziché allenarsi. Sono sicuro che otterrebbe un giorno di riposo in più se dovesse vincere il torneo di Belgrado nella settimana che precede il French Open” – ha chiosato Rusedski.