Rafael Nadal commenta la sconfitta di Novak Djokovic contro Daniel Evans



by   |  LETTURE 10129

Rafael Nadal commenta la sconfitta di Novak Djokovic contro Daniel Evans

Nelle ultime ore ha avuto risonanza mediatica in tutto il mondo e ovviamente non può che essere così quando a perdere è il numero uno al mondo Novak Djokovic. Il serbo aveva vinto tutte le gare disputate quest'anno e la sconfitta arrivata agli Ottavi di finale del torneo Atp di Montecarlo contro Daniel Evans, sicuramente non un tennista specialista di questa superficie, ha fatto molto 'rumore"

Fin dalle prime battute il campione serbo è apparso non in gara, in un match dove Evans è cresciuto alla distanza, ma che ha visto Nole commettere ben 40 errori gratuiti, numeri enormi calcolando inoltre che si trattavano di soli due set.

La gara si è conclusa con il risultato di 6-4;7-5.

Le parole di Rafael Nadal sul clamoroso ko di Djokovic

La sconfitta di Djokovic è stata argomento di discussione anche nella conferenza stampa di Rafael Nadal dopo la vittoria dello spagnolo che lo ha portato ai Quarti di finale del torneo di Montecarlo.

Rafael ha commentato il clamoroso ko in questo modo:

"Credo che sia stata la miglior vittoria della carriera di Dan Evans. Gli dico bravo, questo è tutto quello che posso dire. Ho visto solo pochi minuti di quel match perché mi stavo preparando per la sfida, ho visto Evans in una versione davvero molto solida, ha fatto un gran match.

Sia io che Roger Federer e Novak Djokovic abbiamo perso davvero pochissime gare in questo anni e quindi ogni nostra sconfitta viene resa come una cosa di speciale, ma è la storia del tennis questa e sono cose che succedono e capitano a tutti, questa volta è toccata a Djokovic.

Bisogna capire ciò perché alla fine a vincere è solo uno e devi accettare che i restanti perdano la sfida" L'ultimo precedente su terra rossa tra Rafael Nadal e Novak Djokovic riguarda un momento molto importante per lo spagnolo, la finale del Roland Garros 2020 dove Rafa dominò il match e vinse il suo ventesimo titolo del Grande Slam battendo Novak Djokovic in tre set.