Sascha Zverev svela quando Novak Djokovic penserà davvero al ritiro



by   |  LETTURE 5032

Sascha Zverev svela quando Novak Djokovic penserà davvero al ritiro

Concluderà il turno odierno valido per i match di secondo turno sfidando il nostro Lorenzo Sonego ed Alexander Zverev ha parlato in conferenza stampa trattando di vari temi. Da un lato il tedesco ha elogiato i numeri e la grandezza del numero uno al mondo Novak Djokovic e dall'altro ha parlato dei suoi obiettivi e del fatto che la terra battuta e sopratutti questi tornei sono per lui prediletti.

Negli ultimi giorni Zverev e Djokovic hanno realizzato un simpatico video dove il serbo intervistava il tedesco e da parte di Sascha sembra esserci un'autentica ammirazione nei confronti del suo collega. Prima dell'esoddio a Montecarlo Zverev ha rilasciato in conferenza.

Le parole di Zverev su Novak Djokovic

In conferenza stampa il tennista tedesco ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Tutti i record di Novak Djokovic parlano da soli. Si possono dire tante cose di lui, partendo dalle sue vittorie fino al recente record di settimane in vetta alla classifica, ma la cosa che più mi colpisce è che Nole è sempre più affamato.

Ha una grande determinazione e non si fermerà fino a quando non avrà raggiunto tutti i record immaginabili. È incredibile, un atleta fantastico per il nostro sport e spero che continui a giocare ancora molto tempo.

Ovviamente spero di poterlo battere ancora più volte nel corso della mia carriera (ride)" Il Top Ten tedesco ha poi continuato: "Questo è uno dei miei periodi preferiti nel corso dell'anno, amo giocare sulla terra battuta.

Mi piacciono queste sfide dure e molto lunghe e fisiche. Non vedo l'ora di giocare nelle prossime settimane e di dimostrare un ottimo livello. Penso che il tour sulla terra sia troppo breve, Montecarlo è l'unico Master 1000 su terra che non ho vinto e quindi non vedo l'ora di giocare e provarci"

L'ultimo torneo Masters 1000 di Zverev non è stato molto fortunato visto che il tedesco è uscito subito a Miami cedendo in tre set contro Emil Ruusuvuori; dopo aver vinto il primo set il tedesco è crollato ed ha subito la rimonta dell'atleta nordico.