Fognini: "Vi svelo cosa significa giocare nell'epoca di Federer, Nadal e Djokovic"



by   |  LETTURE 9017

Fognini: "Vi svelo cosa significa giocare nell'epoca di Federer, Nadal e Djokovic"

Nel corso della sua carriera Fabio Fognini si è tolto diverse soddisfazioni ed ha raggiunto un livello di gran prestigio. Ha raggiunto la Top Ten ed ha vinto un Masters 1000, proprio qui a Montecarlo due anni fa, ha conquistato ottimi risultati e ha sconfitto sulla terra battuta una leggenda su questa superficie come Rafael Nadal.

Allo stesso tempo, però, tra i suoi tifosi c'è sempre stato il dubbio che il ligure avrebbe potuto fare di più e magari raggiungere risultati ancora più sorprendenti. Attualmente Fognini è impegnato proprio a Montecarlo, oggi pioggia permettendo dovrebbe giocare contro il serbo Miomir Kecmanovic, ed ha come obiettivo quello di difendere il titolo, disputando il miglior torneo possibile.

L'azzurro partecipa anche al torneo di doppio dove ha conquistato una bella vittoria al primo turno del torneo, in coppia con il Top ten e talentuoso argentino Diego Schwartzman.

Le parole di Fognini sui Big Three

L'esperto tennista ligure è ormai nella fase finale della sua carriera ed ai microfoni del famoso quotidiano spagnolo As ha raccontato alcuni aneddoti e cosa ha significato per lui vivere e giocare nell'epoca di tre leggende del tennis come Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Ecco le sue parole: "Giocare in questa epoca è stato da un lato una benedizione e dall'altra una grande sfortuna. Credo che i giovani tennisti siano fortunati a giocare un giorno senza i Big Three, una cosa che io non ho mai potuto fare.

Si era arrivati ad un momento in cui per me arrivare alla seconda settimana di un Grande Slam era un'impresa, era come raggiungere una finale per me, già sapevo che prima di affrontare loro dovevo sfidare anche altri ottimi tennisti come Andy Murray o Juan Martin Del Potro.

Da un lato posso dire di aver condiviso tornei ed anni con i migliori della storia, ma dall'altro lato, la cosa brutta era che per vincere dovevano capitare tante cose difficili" Fognini è reduce da un 2020 difficile, causa Pandemia e sopratutto un infortunio che lo hanno frenato e lavora in questo 2021 per tornare ad un ottimo livello di tennis.