Djokovic a cuore aperto: “Ecco come la mia gente mi ha aiutato a vincere”



by   |  LETTURE 3057

Djokovic a cuore aperto: “Ecco come la mia gente mi ha aiutato a vincere”

Lo scorso 8 marzo, come tutti ormai sappiamo, Novak Djokovic ha ufficialmente superato lo svizzero Roger Federer in quanto a settimane trascorse al primo posto della classifica ATP, inaugurando la settimana numero 311. Nole si trovava in quel momento in Serbia, dove il nuovo record è stato festeggiato da tutta la popolazione.

Le parole di gioia e gratitudine di Novak Djokovic

In una bella intervista con Globoesporte, il numero uno ATP ha dichiarato: “Mi trovo in Serbia in questo momento, quando mi sono svegliato sembrava una giornata normale, ma in realtà non lo era per tutti coloro che l’hanno resa speciale.

Per la prima volta ho compreso il significato di ciò che faccio, ho capito che il mio successo è anche quello delle persone che mi circondano e di un intero Paese. È lo sport che amo con tutto il mio cuore, perciò sono estremamente orgoglioso di questa impresa.

La condivido con la mia famiglia, coi miei amici e con le persone più vicine alla mia vita. Molta gente mi ha detto che questo trionfo è anche il loro trionfo, è così che si sentono. Probabilmente è ciò che mi ha reso più felice oggi, vedere le emozioni degli altri.

Dieci anni fa, quando ho realizzato il mio sogno di vincere Wimbledon e diventare il numero uno del mondo, l’ho festeggiato in Serbia e c’era un sacco di gente per le strade di Belgrado e dell’intero Paese.

Rimasi molto sorpreso da questo. Perciò è anche una mia grande responsabilità, una grande gioia ed un grande piacere rappresentare il mio Paese ed essere all’interno dei suoi stessi confini in quel giorno speciale”.

Nole ha confessato di essere ancora incredulo di essere riuscito a raggiungere la vetta del ranking ATP: “Guardavo Pete Sampras, Lendl, McEnroe, Becker, Agassi, erano questi i giocatori che seguivo quando ero un bambino in Serbia, crescendo in una nazione che stava attraversando guerre e periodi difficili.

Ma è stato qualcosa che mi ha dato forza ed ispirazione. Sono sempre stato motivato a diventare un giorno come loro, ad essere sul campo centrale di Wimbledon e avere l’opportunità di mettere le mani su quel trofeo”.

Infine, dopo aver mandato un messaggio di speranza a tutte quelle persone che oggi stannp soffrendo a causa della pandemia di Coronavirus, Djokovic ha rivelato la propria filosofia di vita: “Cerco di mantenere una mente aperta verso tutto ciò che la vita mi presenta.

Credo che ci sia un piano di Dio per tutti noi, lo credo davvero. Allo stesso tempo penso che siamo noi a tenere in mano le chiavi della nostra vita e del nostro destino. Possiamo creare. Abbiamo il potere di creare la vita e la realtà che vogliamo vivere.

Vivo per seguire questo tipo di filosofia, per sentire questo tipo di soddisfazione, di gioia e di pace. Serve come una grande motivazione per tutto ciò che il futuro ha in programma per me”. Photo Credit: Il Tennis Italiano