Gaudenzi: "Grazie a questo record Novak Djokovic ha ridefinito il nostro sport"



by   |  LETTURE 4659

Gaudenzi: "Grazie a questo record Novak Djokovic ha ridefinito il nostro sport"

In questi giorni dove si parla del ritorno in campo del campione svizzero Roger Federer, il numero uno al mondo Novak Djokovic si prende ancora una volta la scena. Il campione serbo ha questa settimana superato il record di Roger Federer ed è salito a quota 311 settimane in vetta alla classifica Atp, superando appunto lo svizzero.

Questo rappresenta l'ennesimo incredibile risultato di una carriera straordinaria con il serbo che sopratutto negli ultimi 2-3 anni ha letteralmente dominato il circuito. Diversi tra gli addetti ai lavori ed i supporter si sono complimentati con Nole per il suo record ed anche un importante personaggio come il capo dell'Atp Andrea Gaudenzi si è voluto congratulare con il serbo per l'ennesimo record di una carriera straordinaria.

Andrea Gaudenzi si complimenta con Novak Djokovic

Ecco le parole dell'ex tennista italiano ed ora personaggio molto importante all'interno dell'Atp: "I numerosi successi di Novak Djokovic nel tennis sono a dir poco straordinari.

Credo che questo record (quello delle settimane in vetta alla classifica) possa essere il suo singolo record più impressionante. Raggiungere il numero 1 è qualcosa che molti giocatori sognano e pochissimi riescono a realizzare, aver tenuto il primo posto più a lungo di chiunque altro è la testimonianza dei livelli di eccellenza del serbo che ha ridefinito il nostro sport"

Si prevede che il record di Novak Djokovic possa essere sempre di più incrementato con Rafael Nadal che, alla soglia dei 35 anni, dovrà quest'anno mantenere i punti dei tornei sulla terra battuta e i NextGen che, come dimostrato negli ultimi Australian Open, non sembrano ancora pronti per superare ed avvicinare il campione serbo.

Proprio agli Australian Open nonostante Nole non fosse al 100 %, è riuscito a battere e sconfiggere forti avversari come Alexander Zverev e sopratutto Daniil Medvedev. Il russo era reduce da 20 vittorie consecutive ma è stato annichilito in finale, battuto abbastanza nettamente. Dopo aver lottato nel primo set il russo si è arreso allo strapotere di Nole che domina.