Ivanisevic: "Djokovic non si è presentato alla finale di Parigi contro Rafael Nadal"



by   |  LETTURE 9458

Ivanisevic: "Djokovic non si è presentato alla finale di Parigi contro Rafael Nadal"

Goran Ivanisevic ha parlato in quanto coach della recente vittoria agli Australian Open di Novak Djokovic. Il numero uno al mondo ha superato tutti gli ostacoli, compreso un infortunio che lo ha penalizzato nel match di terzo turno contro l"americano Taylor Fritz ed ha conquistato la sua nona vittoria a Melbourne, la diciottesima nelle prove del Grande Slam.

Questo successo dà sicuramente ulteriore slancio al campione serbo che sta lavorando per raggiungere e superare nella corsa ai titoli del Grande Slam, i suoi due più grandi rivali, ovvero Roger Federer e Rafael Nadal.

Attualmente lo svizzero ed il maiorchino guidano la classifica degli Slam con 20 titoli ma Novak Djokovic insegue a quota 18. Nella mente dei fan del campione serbo e probabilmente dello stesso Nole ci sono le occasioni perse nel corso della stagione 2020: Djokovic sia prima che dopo la pandemia sembrava imbattibile o quasi ed è stato fermato agli Us Open solo per squalifica dopo aver colpito erroneamente un giudice di linea con una pallina.

Quella squalifica è costata caro al campione serbo che sul cemento, sopratutto nei tornei del Grande Slam, viene considerato nettamente il favorito alla vittoria.

Goran Ivanisevic su ciò che è accaduto nel 2020

Nel corso dell'intervista con alcuni media serbi Ivanisevic ha parlato molto di ciò che è accaduto nella scorsa stagione.

Ecco le sue parole a riguardo: "Penso che tutti videro che fu un periodo abbastanza difficile per Novak. L'uscita da New York è stata scioccante, sopratutto per il modo in cui è arrivata e tutti si aspettavano di vedere Djokovic vincere o meglio era il principale favorito agli Us Open.

Ha vinto a Roma, ma non era al meglio mentre non voglio neanche menzionare la finale del Roland Garros dove Djokovic non si presentò neanche contro Rafael Nadal. La cosa positiva è che Novak Djokovic non può giocare peggio di come fece, Nadal è sempre il favorito al Roland Garros ma non vince sempre il favorito, non funziona così nel tennis.

Inoltre Nole deve essere al 100 % fisicamente per poter competere contro Rafa a Parigi e deve essere consapevole che può rimanere in campo per tantissimo tempo contro lo spagnolo"