Marian Vajda: “Sono preoccupato per l’infortunio di Novak Djokovic”



by   |  LETTURE 6953

Marian Vajda: “Sono preoccupato per l’infortunio di Novak Djokovic”

Il numero uno ATP Novak Djokovic ha conquistato per l’ennesima volta il trofeo degli Australian Open, dopo aver sconfitto in finale il russo Daniil Medvedev con il punteggio di 7-5 6-2 6-2. Il suo storico allenatore Marian Vajda ha concesso un’intervista a Kurir per fare il punto della situazione.

Vajda: “Parlerò con Novak faccia a faccia”

L’allenatore ha innanzitutto commentato la sua assenza a Melbourne: “Mi è dispiaciuto molto non poter essere laggiù. Non dimenticherò mai il primo titolo che Nole ha vinto nel 2008.

Sono stato presente alla stragrande maggioranza dei suoi successi, ma non poter essere con lui ad un torneo così importante per Novak come gli Open d’Australia mi ha messo davvero tanta rabbia”. Il serbo ha quindi parlato del fondamentale periodo di off-season trascorso in Spagna: “Di solito, io e Novak stiamo insieme tutte le settimane.

Siamo stati insieme a Marbella durante il mese di dicembre. Per due settimane abbiamo deciso di lavorare duramente, facendo tanto lavoro fisico e migliorando alcune cose che sembravano aver fallito negli ultimi tornei della stagione.

Abbiamo deciso di concentrarci soprattutto sul servizio, sia sulla prima che sulla seconda palla. È stato un piacere assistere da lontano ai suoi miglioramenti e vedere come tutto abbia funzionato”. In conclusione, Vajda ha affermato: “Dobbiamo vedere come sarà il suo programma dopo gli ultimi squilibri.

Sono molto preoccupato per il suo infortunio e stiamo parlando di ridurre il numero di tornei per questo 2021. La sua salute è la cosa più importante al momento. Tra pochi giorni andrò a Dubai per vederlo e per poterci conversare faccia a faccia.

Non so quando potrò accompagnarlo di nuovo ai tornei, ma ciò che so è che mi troverò al suo fianco al Roland Garros”. Nole ha vinto una sola volta a Parigi: è accaduto nel 2016, quando ha superato nell’ultima partita Andy Murray in quattro set. Photo Credit: EssentiallySports