Djokovic: "Lo strappo era di 1,7 centimetri. Mi prenderò del tempo per recuperare"



by   |  LETTURE 8722

Djokovic: "Lo strappo era di 1,7 centimetri. Mi prenderò del tempo per recuperare"

Si è parlato molto dell’infortunio che ha colpito Novak Djokovic nel corso del terzo turno degli Australian Open. Il campione serbo ha subito uno strappo muscolare nella zona addominale nel match contro Taylor Fritz, ma ha comunque trovato la strada per vincere una partita che sembrava ormai persa ed addirittura il torneo.

Molti tennisti ed addetti ai lavori hanno espresso alcuni dubbi sulla reale entità dell’infortunio, e questo a Djokovic non è piaciuto per niente. “Ci sono persone che dubitano di me; questo mi ferisce.

Ho imparato che non puoi piacere a tutti e che riceverò critiche qualunque cosa io faccia o dica” , ha detto Djokovic in conferenza stampa. “Sono umano ed è evidente che queste mi feriscono, ma sono riuscito a gestire molto bene la situazione” .

Djokovic: "Il danno è maggiore di quanto fosse alla prima risonanza"

Oggi, dopo la netta vittoria su Daniil Medvedev in finale, il 18 volte vincitore di un torneo del Grande Slam ha parlato proprio del suo problema fisico ai microfoni del sito ufficiale degli Australian Open.

“Non ho festeggiato molto. Sono tornato molto tardi in albergo, ma ho solo cenato con il mio team, ascoltato musica ed iniziato a fare le valigie. Sono orgoglioso soprattutto della resistenza e della mia capacità di gestire l’infortunio.

L’ho fatto giorno dopo giorno. Ho capito che se fai tutto bene, nonostante le circostanze, puoi trovare una soluzione ed andare avanti nel torneo; come poi è successo. È la lezione numero uno che ho imparato qui.

Il danno è maggiore di quanto fosse alla prima risonanza magnetica dopo il terzo turno: lo strappo era di 1,7 centimetri, poi si è esteso a circa 2,5 cm. Non è troppo grave secondo i medici e mi prenderò del tempo per guarire e recuperare.

I tornei dello Slam, specialmente in questa fase della mia carriera, sono gli eventi più importanti. Sono i tornei dove voglio alzare il mio livello e giocare al meglio. Dovrò rivedere la mia programmazione per giocare il mio miglior tennis nei Major” .