Mouratoglou: "Novak Djokovic ha corso un serio rischio giocando con quest'infortunio"



by   |  LETTURE 5784

Mouratoglou: "Novak Djokovic ha corso un serio rischio giocando con quest'infortunio"

Novak Djokovic ha vinto il suo diciottesimo titolo del Grande Slam. Il tennista serbo ha battuto in una finale senza storia il forte russo Daniil Medvedev, continuando la sua imbattibilità in Australia dove ha raggiunto 9 finali ed ha conquistato altrettanti titoli.

Continua la grande striscia del serbo agli Australian Open visto che il numero uno ha vinto le ultime 3 edizioni del torneo. È stato un percorso diverso dal solito per Nole, che, era considerato fin dall'inizio l'indiscusso favorito del torneo ma nel match di terzo turno contro Taylor Fritz il serbo aveva preoccupato tutti con un infortunio abbastanza importante dopo una scivolata nel terzo set sulla scritta Melbourne.

Tanti sono rimasti colpiti dalla capacità di reazione di Novak e Toni Nadal, zio dell'eterno rivale del serbo Rafael Nadal, ha addirittura messo in dubbio le condizioni fisiche del serbo. Qualche giorno fa rilasciò infatti le seguenti dichiarazioni a El Pais: "Non voglio mettere in dubbio la veridicità del suo dolore, forse lo nasconde meno rispetto a quanto dovrebbe"

Le parole di Mouratoglou su Novak Djokovic

Patrick Mouratoglou, noto coach tra gli altri della grande campionessa femminile Serena Williams, ha parlato dell'infortunio di Djokovic ed ha affermato che questo lo aveva particolarmente preoccupato prima della fine del torneo, poi vinto dal serbo.

Riguardo l'infortunio di Nole Mouratoglou ha dichiarato a Tennismajors: "Rafa Nadal aveva un problema alla schiena mentre Novak Djokovic aveva un problema addominale e sappiamo quanto questo possa preoccupare, è un tipo di infortunio che può peggiorare giocandoci sopra.

Non devi fare troppo sforzo fisico muovendoti e cercando di recuperare la palla, è meglio avere il controllo dello scambio. Mentalmente è uno sforzo incredibile giocare a tennis ed allo stesso tempo controllare i propri movimenti affinché non ci siano rischi"

In tanti sono rimasti sorpresi dalla capacità di recupero del numero uno al mondo che apparso in grande difficoltà contro l'americano Taylor Fritz, soleatuto nel terzo e quarto set, ha recuperato alla grande per i match successivi del torneo.