Djokovic: "Non mi sono mai sentito così bene nel corso di questo torneo"



by   |  LETTURE 2904

Djokovic: "Non mi sono mai sentito così bene nel corso di questo torneo"

Novak Djokovic giocherà domenica la 28esima finale, la nona agli Australian Open, in un torneo del Grande Slam. Il campione serbo ha sconfitto con il punteggio di 6-3, 6-4, 6-2 un eroico Aslan Karatsev, che ha raggiunto le semifinali in Australia partendo dalle qualificazioni e non avendo nessuna esperienza a livello Slam.

Djokovic è riuscito a controllare l’esplosività del suo avversario senza troppi problemi per tutto l’incontro; l’unico momento di tensione si è materializzato alla fine del secondo set, quando Karatsev ha avuto due palle break per portarsi sul 5-5.

Djokovic: "Non mi sono mai sentito così bene in questo torneo"

“Prima di parlare della mia prestazione, vorrei congratularmi con Karatsev per il grande torneo che ha disputato” , ha dichiarato il 17 volte campione Slam in conferenza stampa.

“Oggi probabilmente non è stata la sua giornata migliore, ma ha fatto grandi prestazioni in un torneo del Grande Slam. Gli faccio i miei complimenti per il risultato che ha raggiunto. Parlando della mia partita, penso che oggi sia stato il giorno in cui mi sono sentito meglio in campo sia fisicamente che mentalmente.

Non mi sono mai sentito così bene nel corso di questo Slam e sono molto contento di avere queste sensazioni. Sono molto soddisfatto di questa prestazione; è arrivata nel momento giusto: prima di una finale Slam.

Sono contento di avere due giorni liberi, perché mi aiuteranno a recuperare. 8 finali su 8 vinte agli Australian Open? Questo aiuta molto, ma come ho sempre detto: ogni anno è diverso. Non so se i miei avversari si lascino influenzare da queste statistiche.

Ovviamente non è un fattore determinante e non inciderà sullo sviluppo della partita. Tutto cambia nel corso degli anni: l’avversario, il campo e la stanchezza. A prescindere dai miei grandi numeri in questo torneo, penso che Stefanos Tsitsipas e Daniil Medvedev faranno il massimo per vincere il loro primo torneo del Grande Slam.

Indipendentemente da chi sarà il mio avversario domenica, dovrò essere pronto e preparato se voglio vincere il titolo. Medvedev sta giocando ad un livello altissimo e viene da circa 20 vittorie consecutive. Penso sia lui l’avversario da battere in questo torneo.

Tsitsipas, invece, ha giocato in maniera stratosferica contro Rafael Nadal; rimontare due set allo spagnolo è una cosa difficilissima. Mi aspetto sicuramente una partita molto intensa. Sabato mi allenerò conoscendo il nome del mio avversario e potrò lavorare sui dettagli” .