Nick Kyrgios imita Novak Djokovic e rincara la dose: “Non mi piace affatto”



by   |  LETTURE 9129

Nick Kyrgios imita Novak Djokovic e rincara la dose: “Non mi piace affatto”

Dopo essere uscito nel tabellone di singolare per mano di Dominic Thiem al terzo turno, il venticinquenne Nick Kyrgios è sceso in campo assieme al connazionale Thanasi Kokkinakis per affrontare la coppia composta da Wesley Koolhof e Lukasz Kubot, quarta testa di serie del torneo.

Gli australiani hanno perso col punteggio di 6-3 6-4, ma è stato prima del match che Kyrgios è tornato ad essere protagonista di una scenetta palesemente rivolta al numero uno del mondo Novak Djokovic.

Kyrgios ‘contro’ Djokovic

Entrato nella Margaret Court Arena priva di spettatori a causa del lockdown di cinque giorni imposto dalle autorità locali, Kyrgios ha colto l’occasione per imitare il famoso saluto finale di Djokovic al pubblico, con cui sembra ‘lanciare’ il suo cuore agli appassionati.

“Volevo solo percepire l’affetto”, si è giustificato l’australiano dopo la sconfitta. “Volevo diffondere la celebrazione. Tutti la adorano. È molto apprezzata. Ci stavamo solo divertendo.

Sono sicuro che a Novak io non piaccia, abbiamo entrambi rispetto l’uno dell’altro, ma a me lui non piace proprio, è stato solo divertimento”. Nick ha continuato: “Ho la sensazione che io e Thanasi sopportiamo un peso maggiore rispetto agli altri giocatori, siamo un po’ più sotto la luce dei riflettori.

Per questo motivo ho sentito un leggero sollievo quando l’altra sera ho perso. Non sto dicendo che volessi farlo, ma oggi avevo solo intenzione di divertirmi un po’ con Thanasi e così è stato”.

Kokkinakis, classe 1996, è uscito di scena in singolare al secondo turno a seguito della sconfitta in cinque set contro il greco Stefanos Tsitsipas. Si è trattato del secondo torneo ufficialmente disputato da Thanasi in questo 2021, dopo la battuta d’arresto nell’evento di Melbourne 2 contro Alex Bolt nel primo match.

Nick ha fatto quarti di finale agli Australian Open nel 2015, quando ha superato Federico Delbonis, Ivo Karlovic, Malek Jaziri e Andreas Seppi prima di perdere contro Andy Murray.