Novak Djokovic: "Capisco benissimo la frustrazione di tanta gente"



by   |  LETTURE 1360

Novak Djokovic: "Capisco benissimo la frustrazione di tanta gente"

I casi di positività emersi sui voli charter diretti a Melbourne non hanno di certo agevolato il compito degli organizzatori dell’Australian Open 2021, che prenderà il via l’8 febbraio dopo che tutti i giocatori avranno effettuato la quarantena.

Ben 72 tennisti sono stati messi in isolamento senza la possibilità di allenarsi per due settimane, una misura drastica che – unita ai privilegi garantiti ai primi tre del ranking mondiale – hanno generato enormi polemiche negli ultimi giorni.

Il numero 1 ATP Novak Djokovic ha provato a chiedere un allentamento del protocollo inviando una lettera a Craig Tiley, ma la sua iniziativa ha finito per alimentare ulteriormente l’astio da parte dell’opinione pubblica.

In un’intervista rilasciata all'emittente radiofonica ‘Mix 102.3’ venerdì scorso, il 17 volte campione Slam ha dichiarato di sentirsi fortunato ad aver ricevuto dalle autorità il permesso speciale di raggiungere l’Australia.

Ricordiamo infatti che sono ancora 37.000 i cittadini australiani che attendono di tornare nel loro paese.

Djokovic: "Siamo dei privilegiati"

“C’è stato un grande dibattito nelle ultime settimane se fosse giusto che ai tennisti venisse consentito di raggiungere l’Australia.

Ci sono molte persone che non hanno ancora potuto ricongiungersi con i loro familiari e che stanno aspettando il permesso di tornare in Australia. Noi siamo stati privilegiati, dato che ci è stato concesso un permesso speciale per poter disputare il torneo.

Il mio cuore è rivolto a tutte le persone che stanno soffrendo. Spero che questa situazione si risolva presto e che tutti possiamo tornare alla nostra vita abituale” – ha dichiarato il serbo. L’otto volte campione degli Australian Open ha inoltre ammesso che non vede l’ora di tornare in campo: “Adoro essere qui.

È impressionante la passione per lo sport che c’è in questo paese. Speriamo di poter garantire dei bei momenti sul campo da tennis sia ad Adelaide che a Melbourne. L’obiettivo è portare alla gente un pizzico di energia positiva in questo momento complicato. Capisco benissimo la frustrazione di tante persone."