Ferrer lancia Zverev: "Ecco come può battere Djokovic"



by   |  LETTURE 1971

Ferrer lancia Zverev: "Ecco come può battere Djokovic"

Una terza giornata di Round Robin mai decisiva e equilibrata come quest’anno. Ieri Rafa Nadal ha risolto, non senza difficoltà, il grande rebus del girone “Tokyo 1970”, mentre oggi è il turno di Nole Djokovic, vincente nel primo match contro il piccolo argentino Diego Schwartzman, ma sconfitto nel secondo incontro da un grandissimo Daniil Medvedev, che ha meritatamente staccato un biglietto per le semifinali con un turno di anticipo, surclassando il serbo da tutti i punti di vista.

L’avversario di Nole sarà Alexander Zverev, ancora in corsa per conquistare il pass per la giornata di sabato, ma tutt’altro che favorito contro il numero uno del mondo, soprattutto se guardiamo la resa del tedesco nelle prime due partite del girone.

Malgrado questo, se pensiamo ad un giocatore che da un giorno con l’altro possa ribaltare completamente le gerarchie e tirare fuori una prestazione di livello dal proprio cilindro, allora quel giocatore è senz’altro Sasha e la finale delle ATP Finals di due anni fa lo dimostra.

Infatti, nonostante il serbo rimanga il favorito, sia per una questione di classifica sia per il tennis molto titubante mostrato dal gigante di Amburgo, la distanza che separerebbe i due campioni, alla luce della attuale condizione dei contentendi, sembra però essere più sottile del previsto.

Questo per due motivi essenzialmente: l’importanza della partita, che potrebbe risvegliare Zverev dal tepore e dai brutti pensieri in cui sembra attagliato, e la tenuta psicologica di Nole, condizionata dalle tante voci fuori dal campo e dalle battaglie politiche e sindacali che in questi mesi lo hanno visto protagonista.

Ferrer parla delle possibilità del proprio assistito

Proprio in merito alle possibilità di vittoria di Zverev ha parlato il suo allenatore, lo spagnolo David Ferrer, che è intervenuto al programma radiofonico spagnolo El Transitor per raccontare le proprie sensazioni in vista del match odierno.

“Il gioco di Zverev può far male a Djokovic. Sarà molto difficile avere la meglio su di lui, sta giocando molto bene e avremo una partita difficile. Certo che possiamo batterlo, ma per fare questo Alexander deve giocare il suo miglior tennis.

L'allenatore aiuta, ma chi prende le decisioni è il giocatore, dunque deciderà Zverev cosa sarà meglio fare in ogni occasione. Io posso dare qualche consiglio ma è il giocatore che poi entra in campo, è il giocatore che vince o perde. Speriamo di farcela!” - ha commentato il grande campione spagnolo.