Novak Djokovic si prepara per una nuova sfida imprenditoriale in Bosnia



by   |  LETTURE 5817

Novak Djokovic si prepara per una nuova sfida imprenditoriale in Bosnia

Novak Djokovic, la scorsa settimana, ha trascorso un po' di tempo a Visoko per ricaricare le batterie. La citta di Visoko si trova in Bosnia ed è vicina a Sarajevo, la capitale dello stato bosniaco. "Novak era felicissimo della città di Visoko, della piramide bosniaca e dei tunnel di Ravne sotterranei", ha rivelato una fonte vicina a Djokovic.

Il serbo infatti, secondo i media serbi, avrebbe acquistato un terreno proprio in questa città della Bosnia che vorrebbe utilizzare per costruire un hotel di lusso. La decisione di costruire un hotel a Visoko è stata presa insieme alla sua famiglia, perché a luglio, durante la sua prima visita alla piramide bosniaca, si è innamorato di quella zona, ma ha anche capito il potere curativo che ha.

Ecco perché, secondo le informazioni del "Serbian Telegraph", questa volta ha portato la moglie Jelena a vedere di persona i benefici di questo fenomeno naturale prima che entrassero definitivamente in una nuova sfida imprenditoriale.

Novak sembra essersi innamorato della citta di Visoko, della piramide bosniaca e dei tunnel sotteranei, che secondo il serbo gli permettono di recuperare energie in meno tempo rispetto ad altri luoghi. L'ha vissuto personalmente quest'estate, perché ha cominciato a sentirsi meglio sia fisicamente che spiritualmente Poi ha deciso di avvicinare a tutti la piramide bosniaca e la sua forza.

Ecco perché ha acquistato un terreno a Visoko, sul quale intende costruire un hotel. Sarà una struttura moderna e lussuosa, ma i prezzi saranno abbordabili in modo che la persona media possa soggiornarvi. Ad esempio, l'alloggio per i bambini sarà completamente gratuito, rivela una fonte del "Serbian Telegraph", che conosce bene i piani del numero uno in Bosnia.

Djokovic trova il luogo perfetto per rigenerarsi

Djokovic non nasconde di essere affascinato dal fenomeno naturale di Visoko. A giudicare dalle sue dichiarazioni durante la visita della scorsa settimana, la sua intenzione è che i suoi ospiti siano tutti coloro che hanno bisogno di una rapida ripresa dagli sforzi quotidiani e, soprattutto, i suoi colleghi.

"Considero la valle bosniaca delle piramidi la mia seconda casa. Inviterei tutti gli atleti a venire qui, a trascorrere un po' di tempo nelle gallerie di Ravna, che sono molto efficaci nell'aumentare l'ossigeno nei polmoni e influenzano direttamente la rigenerazione e il recupero" ha detto il serbo a Visoko, dove ha soggiornato in compagnia di ospiti e membri della Fondazione "Valle della Bosnia la piramide del sole"