Becker: “La sconfitta di Djokovic con Nadal mi ha fatto male al cuore”



by   |  LETTURE 4803

Becker: “La sconfitta di Djokovic con Nadal mi ha fatto male al cuore”

Malgrado tutte le difficoltà causate dalla pandemia globale di Coronavirus, il Roland Garros di Parigi si è tenuto tra il mese di settembre e quello di ottobre, in condizioni di umidità e temperatura completamente differenti rispetto a maggio.

Sebbene svantaggiato da questa situazione, il numero due ATP Rafael Nadal è riuscito a vincere per la tredicesima volta, senza nemmeno lasciare per strada un set. Sul suo percorso verso la finale ha incontrato anche il nostro Jannik Sinner, che dopo un’ottima partita ha dovuto cedere per 7-6 6-4 6-1.

Nadal ha sollevato il ventesimo trofeo del Grand Slam, risultato che gli ha permesso di eguagliare il record di Roger Federer. Il prossimo anno si tornerà finalmente a giocare a Wimbledon e a disputare le Olimpiadi, eventi cancellati o rinviati questa stagione.

Boris Becker parla della finale tra Djokovic e Nadal

Ex allenatore di Nole Djokovic, il tedesco Boris Becker ha commentato la sfida con Rafael Nadal, terminata col duro punteggio di 6-0 6-2 7-5 in favore dello spagnolo: “Mi ha fatto male al cuore veder Rafa sconfiggere Novak.

Quando io e Djokovic lavoravamo insieme, è stato un periodo straordinario per entrambi. Eravamo come fratelli dentro di noi”. Queste le parole di Boris, riportate da Frankfurter Allgemeine Zeitung. Classe 1967, Becker è il più giovane giocatore ad essersi aggiudicato il titolo di Wimbledon, torneo vinto tre volte.

Campione di due edizioni degli Australian Open ed una degli Us Open, Bum Bum ha trionfato anche alle Tour Finals nel 1988, 1992 e 1995. Dopo il ritiro, avvenuto più di vent’anni fa, si è occupato di allenare il serbo Novak Djokovic tra il 2013 e il 2016, periodo in cui Nole ha vinto sei Slam e quattordici Masters 1000.

Il serbo si presenterà a Melbourne, il prossimo anno, da favorito: è suo il record di vittorie in questo evento, con otto successi. Per quanto riguarda Nadal, lo spagnolo avrà la possibilità di superare una volta per tutte il record Slam di Federer. La crisi economica e finanziaria dovuta alla pandemia di Covid-19 è la più grave dal secondo dopoguerra.