Rothenberg: “Djokovic era passivo, doveva spaccare una racchetta o urlare”



by   |  LETTURE 2766

Rothenberg: “Djokovic era passivo, doveva spaccare una racchetta o urlare”

Con il duro punteggio di 6-0 6-2 7-5, il numero due del mondo Rafael Nadal ha sconfitto Novak Djokovic andando così a conquistare il suo tredicesimo trofeo del Roland Garros, il ventesimo di uno Slam. Eccezion fatta per il terzo set, il serbo non è mai riuscito ad entrare in partita, dimostrandosi piuttosto sottomesso e passivo, diversamente da come siamo abituati a vederlo.

Il giornalista americano Ben Rothenberg ha spiegato le conseguenze di questo tipo di atteggiamento, in una partita in cui Nadal è sembrato invece davvero ingiocabile.

Rothenberg: “Djokovic avrebbe dovuto mostrare più emozioni”

Si è trattata della quinta finale disputata a Parigi per Nole, che ha vinto solo quella del 2016 contro il britannico Andy Murray.

“A me è sembrato molto piatto”, ha detto Rothenberg a Tennis Majors, “anche in semifinale mi è parso così, parlo da un punto di vista emotivo. Penso che forse stia facendo tanta fatica dopo la squalifica agli Us Open, episodio provocato naturalmente da uno scatto emotivo, da un momento particolare o per lo meno da una mancanza di controllo che gli è costato caro”.

In effetti, al di là dell’unica occasione in cui è riuscito ad ottenere il break nel terzo set, Djokovic è parso davvero molto remissivo. “Non ha mostrato tante emozioni per tutto il corso del match”, ha aggiunto Rothenberg, “fino a quando non ha breakkato nel terzo parziale.

Ma ormai era troppo tardi. Voglio vedere Djokovic manifestare più emozioni, che si tratti di spaccare una racchetta o urlare, qualsiasi cosa pur di farti capire che è ancora coinvolto nella partita. Troppo spesso è sembrato lontano e sottomesso, cosa che ha permesso a Nadal di andare avanti senza problemi”.

Comunque sia, Nole avrà la possibilità di rifarsi ai prossimi Australian Open, torneo in cui detiene il record di vittorie assolute (otto). Con venti successi Major, il maiorchino Rafael Nadal ha raggiunto Roger Federer in questa particolare classifica. Photo Credit: The New York Times