Alex Corretja: “Novak Djokovic è fresco e pronto per lottare contro Nadal”



by   |  LETTURE 1277

Alex Corretja: “Novak Djokovic è fresco e pronto per lottare contro Nadal”

Mai come oggi la corsa al primato Slam è stata tanto combattuta: in caso di vittoria a Parigi, Djokovic salirebbe a quota 18; se dovesse invece vincere Nadal, lo spagnolo raggiungerebbe Roger Federer a 20 titoli Major.

I due finalisti si sono già affrontati la bellezza di 55 volte in carriera, con il serbo avanti per 29-26. L’ex numero uno del mondo Mats Wilander ha parlato della recente vittoria in cinque set di Novak contro Stefanos Tsitsipas, che a suo parere potrebbe influire negativamente sulla performance del campione di Belgrado: “E’ questo ciò di cui Novak Djokovic sarà deluso”, ha detto lo svedese ad Eurosport.

“Avrebbe potuto chiudere la partita in tre set e non l’ha fatto. Pensavo che in finale fosse Rafa a dover fare un’ottima partenza. Adesso, dopo il match contro Tsitsipas, forse è Nole che ha bisogno di cominciare subito alla grande, perché risentirà un poco di questa sfida.

Penso che veder Djokovic perdere due set darà a Rafa un’ulteriore motivazione per spingersi fino al limite e persino oltre”.

Il parere di Corretja sulla finalissima di Parigi

Di parere opposto lo spagnolo Alex Corretja, due volte finalista a Parigi ed ex numero 2 ATP: “Secondo me, il fatto che Djokovic abbia giocato una partita più lunga di quanto ci si aspettava può dargli forza e ritmo.

Per sconfiggere Rafa sa di dover superare il limite e se tu non lo fai da tanto tempo credo che possa diventare complicato. Non penso che la partita con Tsitsipas lo condizioni più di tanto. Credo che Novak sia fresco e pronto per dare battaglia.

Sa di affrontare il più forte di tutti i tempi su terra battuta, forse è la più grande sfida dello sport”. Djokovic e Nadal si sono già sfidati sette volte al Roland Garros, col campione di Maiorca uscito vincitore in sei occasioni.

Il primo sigillo di Rafa al Bois de Boulogne risale al 2005, quando superò in finale l'argentino Mariano Puerta. Photo Credit: La Stampa